Dom08202017

Last updateMer, 09 Ago 2017 10am

Veronamercato, una grande realtà

Veronamercato Spa è la società che ha la proprietà e la gestione del Centro Agroalimentare di Verona. Costituita nel 1989, ha un capitale sociale di 34.543.557,15 euro. L’azionista di maggioranza assoluta è il Comune di Verona.

COMPAGINE SOCIALE
Comune di Verona : 75,162220953 %
CCIAA di Verona: 8,374713662 %
Aeroporto Valerio Catullo: 0,101871385 %
Banco Popolare di Verona e Novara: 3,637841912 %
Fondazione Cariverona  SpA: 3,637841912 %
Soc. Cooperativa Facchini Multiserviz:  2,603655426 %
C.I.GR.A.: 2,664006101 %
MPS Investments spa: 2,598458509 %   
Intesa Sanpaolo spa: 1,039383404 %
Fedagro Verona: 0,095556835 %
Consorzio Agrario:  0,077563986 %
ASCO Unione C.T.S: 0,006496146 %
Conf. Italiana Coltivatori Diretti: 0,000129923 %
Conf. Italiana Agricoltori VR: 0,000129923 %
Confagricoltura: 0,000129923%

Il Centro Agroalimentare di Verona, operativo dal 28 aprile 2003, si estende su un’area di 550 mila metri quadrati e si colloca tra i primi tre Mercati all’ingrosso in Italia e al primo posto nel Veneto (seguono Padova e Treviso). Il Centro Agroalimentare è stato costruito beneficiando del finanziamento statale erogato dal Ministero dell’Industria, Commercio e Artigianato, ai sensi della Legge Finanziaria n.41/86.
L’attività prevalente nel Centro Agroalimentare di Verona è l’ortofrutta, sono inoltre presenti: un settore florovivaistico, un settore ittico e un settore dei generi agroalimentari misti, una piattaforma logistica con servizio di frigo conservazione. Rimangono a disposizione 60 mila metri quadrati per progetti di sviluppo del Centro; tale area sarà oggetto di insediamento di attività logistiche del settore agroalimentare.

LA POSIZIONE
Il Centro Agroalimentare sorge in prossimità delle principali vie di comunicazione a ridosso dell’asse autostradale Modena-Brennero e Milano-Venezia, del Cargo Center dell’aeroporto Valerio Catullo, del terminal ferroviario delle Ferrovie dello Stato, all’interno dell’area denominata Quadrante Europa, ritenuta uno dei maggiori poli di investimento logistico e strutturale nazionale, al cui interno trovano sede alcune primarie società di autotrasporti. Il centro di Verona, raggiungibile direttamente attraverso la tangenziale, dista circa 10 km.

I SERVIZI OFFERTI
Veronamercato offre tutta una serie di servizi: logistica, movimentazione e trasporto delle merci, controllo merceologico, servizi legati alla spedizione delle merci, informazione sui prezzi e sulle quantità movimentate, pulizia e smaltimento rifiuti, raccolta differenziata, custodia e vigilanza, servizio bar e ristorazione, servizi bancari, servizi informatici e telematici.
Nello specifico, per quanto riguarda il controllo merceologico, Veronamercato è dotata di tecnici specializzati nel controllo della qualità dei prodotti ortofrutticoli secondo le norme comunitarie; il servizio è puntuale e procede integrato con gli interventi degli ispettori pubblici di Agecontrol e dalla Asl 20 di Verona.
Vanno inoltre evidenziati il servizio fitosanitario ad opera dei funzionari della Regione Veneto,  servizio micologico, servizio di perizia sui prodotti ai fini assicurativi, servizio di assistenza alla commercializzazione e osservatorio crediti, servizio di prelievo e analisi sui prodotti ad opera di due qualificati laboratori, uno privato l’altro della Camera di Commercio di Verona.

ORTOFRUTTA
Il Mercato ortofrutticolo, dove operano 63 imprese concessionarie di vendita e tutti i gruppi della grande distribuzione organizzata locale, è il cuore del Centro Agroalimentare di Verona. La quantità annua di ortofrutta movimentata è pari a quasi 430.000 tonnellate e il volume d’affari è  superiore ai 350 milioni di euro l’anno.
I prodotti introdotti nel Centro Agroalimentare di Verona possono essere suddivisi in ortaggi (52,98%), frutta fresca (31,76%), agrumi (14%), frutta secca (0,75%), altro (0,39%). Dal Veneto proviene il 28,16% dei prodotti, dalla Sicilia 17,67%, dalla Campania 11,37%, dal Trentino A.A. 10,53%, dal Lazio 9,46%, dalla Puglia 8,91%, dall’Emilia Romagna 3,05%, dalla Calabria 3,57%  dal resto d’Italia il 7,28%, dall’estero il 24,09%.

EXPORT E LOGISTICA
L’ubicazione di Verona nel contesto geografico del nord-est ha consolidato ormai da decenni il ruolo prevalente e indiscusso dell’attività di esportazione degli operatori veronesi. Attualmente l’export, in particolare verso la Germania, L’Austria e i Paesi dell’Est assorbe il 50% delle vendite. In considerazione dell’importanza dell’attività esportativa, Veronamercato ha realizzato spazi di movimentazione e individuato aree specifiche di espansione.
Si evidenzia l’importanza delle piattaforme logistiche in uso alla Cooperativa Facchini multiservizi per lo svolgimento di tutte le attività di supporto al mercato dell’ortofrutta.

FIORI, ITTICO E GENERI AGROALIMENTARI MISTI
Il settore dei generi agroalimentari misti rappresenta una tappa importante del percorso intrapreso da Veronamercato per ampliare la gamma dei prodotti merceologici offerti dal Centro Agroalimentare di Verona. All’interno del padiglione operano aziende che annualmente distribuiscono: 4.500 ton. di prodotti ittici, 2.000 tonnellate di prodotti biologici, 13.000 tonnellate di latticini e 1.700.000 fiori recisi.

IL DIREZIONALE
Nel Direzionale di Veronamercato trovano sede: le principali organizzazioni di categoria del mondo agricolo (Coldiretti, Confederazione Italiana Agricoltori, Confagricoltura), le organizzazioni degli operatori commerciali presenti sul territorio (Fedagro Verona, Associazione Esportatori Veronesi), due società internazionali di import export di prodotti ortofrutticoli, una Organizzazione di produttori, due istituti bancari, un importante gruppo della ristorazione che eroga il servizio di bar-ristoro e vari professionisti specializzati in servizi assicurativi, di spedizione, fitopatologici, di controllo dei prodotti ortofrutticoli (Agecontrol) e di controllo dei prodotti biologici. Il Direzionale, dotato di un nuovo e moderno centro congressi con una capienza di 250 posti, è diventato luogo di confronto della filiera con l’obiettivo di proporsi come sede ideale di relazione e dibattiti per tutto il sistema agroalimentare.

PROGETTI E INVESTIMENTI  A BREVE PERIODO
Veronamercato sta realizzando una nuova e moderna rete informatica e sviluppando un nuovo sofisticato progetto di videosorveglianza e controllo accessi, per migliorare sempre di più il controllo delle operazione di mercato e la sicurezza degli utenti.

PROGETTI E INVESTIMENTI  A MEDIO PERIODO
Nel medio periodo Veronamercato intende valorizzare l’area di sviluppo della superficie di circa 60.000 mq sita all’interno del Centro Agroalimentare pianificando l’insediamento di realtà distributive del settore agroalimentare. Sarà inoltre pianificato un progetto di intervento strutturale per la copertura degli spazi di carico dei fruttivendoli e degli ambulanti, nonché la chiusura delle tettoie dell’edificio Mercato Ortofrutticolo, per offrire maggior riparo alle merci e alle persone, e quindi migliorare la catena del freddo.

ATTIVITA’ PROMOZIONALI
Veronamercato è impegnata da anni in attività promozionali rivolte all’area business e al sociale.
- FIERE
Nel primo caso si segnala la tradizionale partecipazione alla più importante manifestazione del settore dell’ortofrutta “Fruit Logistica” che si tiene a Berlino. Tale partecipazione avviene con uno stand che richiama gli aspetti caratteristici di Verona sia nella struttura (casa di Giulietta) sia nell’offerta del servizio catering. All’evento promozionale partecipano da anni quattordici aziende commerciali del Mercato e quattro di servizi (trasporti e analisi di laboratorio). Fanno seguito la partecipazione alla manifestazione fieristica di Mosca, denominata "World Food Moscow", quella di Rimini denominata "Macfrut: Fruit & Veg Professional Show" e quella di Madrid denominata "Fruit Attraction", sempre con l’intento di promuovere le aziende del territorio.
- SOCIALE
Per quanto riguarda l’aspetto sociale si evidenzia la prosecuzione del percorso formativo, iniziato nel 2007 e interamente progettato dalla Società, che ha consentito di divulgare la campagna nazionale  dei “cinque colori del benessere” unitamente alla promozione della produzione e del territorio locale. L’iniziativa, dal suo avvio sino ad oggi, si è concretizzata con l’accoglienza di oltre 3000 alunni appartenenti alle classi elementari e medie inferiori della provincia, nei confronti dei quali sono state effettuate lezioni mirate in aula, accompagnate da visite guidate all’interno del Centro agroalimentare.
Un’altra importante iniziativa sociale, avviata nel gennaio 2009 e in fase di continua crescita, riguarda le donazioni di frutta e verdura nell’ambito del progetto REBUS - RECUPERO SOLIDALE, che consiste nel ridurre la quantità di prodotti ortofrutticoli avviata ai centri di compostaggio, recuperando e valorizzando le merci rimaste invendute, che non hanno più un valore commerciale ma ancora idonee al consumo.
Trasformare lo spreco in risorsa, questa è la missione di REBUS. I beni raccolti, mediante il meccanismo del dono, sono resi disponibili a enti e associazioni che offrono assistenza a persone in condizioni di disagio sociale. Il servizio offerto è rivolto alle piccole e grandi imprese agroalimentari (dalla produzione alla ristorazione collettiva), ovvero a chi queste eccedenze, suo malgrado, le produce; agli enti caritativi di assistenza, ovvero a chi potrebbe utilizzare queste eccedenze; alle istituzioni pubbliche (comuni, province, regioni, Asl), che ne conseguono benefici indiretti di tipo sociale ed ambientale, vedendo diminuire la spesa pubblica per l’assistenza e l’ammontare dei rifiuti.
In tal modo si coniugano a livello territoriale le esigenze delle imprese for profit e degli enti no profit, promuovendo un’azione di sviluppo sostenibile locale, con ricadute positive a livello ambientale, economico e sociale.

FUNZIONE AMBIENTALE
- Raccolta Differenziata
Punto di forza da ormai un decennio è l’impegno di Veronamercato nella differenziazione dei rifiuti prodotti all’interno del Centro Agroalimentare. In collaborazione con AMIA Verona Spa e l’impegno degli operatori concessionari e della Cooperativa di Servizi è stato raggiunto l’ambizioso traguardo del 84% di differenziazione che vale il primato assoluto nazionale per tale attività nel settore dei mercati all’ingrosso.

ENERGIE RINNOVABILI
- Impianto Fotovoltaico
Novità assoluta per i centri agroalimentari è la realizzazione di un impianto fotovoltaico, su unico tetto, tra i primi posti a livello nazionale e il primo nel Nord d’Italia. L’impianto è realizzato su una superficie di 60.000 mq e consta di una superficie utile a pannelli di 21.782 mq; l’energia prodotta in un anno è pari 1.829.176 kwh.
L’impianto consente di evitare l’emissione in atmosfera di 972 tonnellate di anidride carbonica l’anno. Prendendo a riferimento il consumo medio di una famiglia italiana di 3.500 kwh/anno, l’impianto realizzato consentirebbe l’autosufficienza elettrica di 850 famiglie.

VERONAMERCATO NETWORK UNA RETE PER LE IMPRESE
Il 9 aprile 2013 il Consiglio di amministrazione di Veronamercato ha nominato il Comitato di Rete ossia l'organo di coordinamento di Veronamercato Network, la rete di imprese che vede la partecipazione sia della società di gestione del Centro Agroalimentare di Verona che di oltre 50 aziende commerciali del Mercato Ortofrutticolo. Veronamercato Network è nata con l'intento di rendere nuovi servizi alle imprese rivolti soprattutto all'internazionalizzazione. Il contratto di Rete prevede che le imprese siano agevolate nello scopo di accrescere, individualmente e collettivamente, la propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato nonchè siano favorite nella loro necessità di accedere più facilmente al credito ed ai particolari provvedimenti agevolativi e di promozione da parte delle Pubbliche amministrazioni per settori specifici. Le imprese partecipanti alla Rete condividono la necessità di promuovere, vendere ed erogare i prodotti e i servizi oggetto delle rispettive attività, in un'ottica di internazionalizzazione, al fine di incentivare ed accrescere la loro competitività sia in Italia che all'estero. Il programma di massima della Rete consiste nel promuovere la vendita e l'erogazione dei prodotti e dei servizi, sia in Italia che all'estero, delle imprese partecipanti alla Rete; nell'apertura di piattaforme nei mercati esteri ritenuti più opportuni; nella partecipazione a fiere, mostre, mercati e altre manifestazioni nelle quali si realizzino quelle iniziative di carattere promozionale tese a valorizzare la produzione, l'immagine, l'attività e la professionalità delle imprese; nell'organizzazione e gestione di servizi comuni, ivi compresi i servizi a supporto delle imprese della Rete per la commercializzazione, la distribuzione delle merci e per la definizione di linee comuni di marketing e di packaging; nello svolgimento in comune di campagne pubblicitarie collettive, di tavoli tecnici e di seminari di approfondimento; infine la realizzazione e la registrazione di un proprio marchio del quale le imprese di Rete potranno avvalersi. Il 13.01.2016 è stato presentato il nuovo "Gasportal", il portale creato appositamente per Veronamercato in collaborazione con Netspin srl e Cerved Group, che consentirà alle 57 aziende riunite nella Rete di usufruire di nuovi e modernissimi servizi web migliorando così le possibilità di lavoro, di rapporto e di conoscenza. Tra i servizi spicca soprattutto il nuovo collegamento con Cerved finalizzato al controllo dell'osservatorio crediti e alla maggiore tutela dell'attività di commercializzazione e vendita dei prodotti delle 57 imprese.

comments