Mer10182017

Last updateGio, 12 Ott 2017 5pm

Approvato il bilancio 2014 di Acque Veronesi

Utili per 1,1 milioni di euro, opere per oltre 15 milioni. La tariffa più bassa del Veneto. Nominati i membri del nuovo Cda: Cordioli presidente 
«Abbiamo investito oltre 15 milioni di euro sia a Verona che in provincia, riuscendo a risolvere criticità che si trascinavano da anni». Così Massimo Mariotti, presidente di Acque Veronesi, ha commentato l’approvazione del bilancio relativo all’anno 2014 della società consortile avvenuto oggi, lunedì 29 giugno (era presente circa l’80% dei soci dell’azienda). Un bilancio all’insegna dell’efficienza, della razionalizzazione, dell’ottimizzazione delle risorse, degli investimenti e di importanti progetti per il futuro. Il bilancio di esercizio, approvato dall’Assemblea dei Soci, ha mostrato dati positivi. In primo luogo, va sottolineato, un utile pari a 1.100.173 euro, ricavi in leggera flessione rispetto al 2013 che si attestano a circa 88 milioni di Euro, a causa di minori consumi di acqua di oltre 5 milioni di metri cubi rispetto al budget dovuti alle condizioni meteo della primavera estate del 2014. L’oculatezza delle scelte aziendali ha permesso comunque il raggiungimento di risparmi per oltre 3,2 milioni di euro rispetto al budget che hanno compensato i minori ricavi.  L’AEEGSI (l'Autorità per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico) ha  approvato definitivamente a Luglio 2014 le tariffe 2014 e 2015 di Acque Veronesi, dando garanzia di stabilità e certezza per il biennio in oggetto. Il Metodo Tariffario introduce un nuovo sistema su scala nazionale che, rispettando gli esiti referendari sull’acqua, avrà l’obiettivo, per limitare sprechi dovuti alle criticità degli acquedotti spesso inadeguati  (oggi, circa il 30% dell’acqua immessa nelle in reti va persa) di promuovere investimenti,  sia sulle strutture esistenti, sia per la realizzazione di nuovi impianti. La società consortile presieduta da circa 3 anni da Massimo Mariotti, con vice Marco Olivati e da Marco Battistoni, consigliere di amministrazione, gestisce il servizio idrico integrato in 77 comuni della provincia veronese, servendo circa 800.000 cittadini, attraverso 5.300 chilometri di acquedotto, 2.500 chilometri di fognatura ed una settantina di impianti di depurazione. La società consortile, dal 2007 ad oggi, ha investito circa 116 milioni di euro in infrastrutture. Le tariffe applicate finora da Acque Veronesi sono state tra le più basse di Italia e la più economica del Veneto (il dato è stato confermato anche quest’anno da numerose ricerche nazionali); infatti una famiglia spende mediamente meno 20 euro al mese per usufruire di oltre 175.000 litri di acqua potabile all’anno e del connesso servizio di fognatura e depurazione. Il volume degli investimenti realizzati nel corso dell’anno è stato pari a 15,8  milioni di euro di opere realizzate, perfettamente in linea con quanto previsto nella pianificazione approvata per l’anno in questione. Tra le opere più significative concluse nel corso del 2014 si possono ricordare: la realizzazione delle opere acquedottistiche nel comune di Belfiore (2.450.000€), la posa del collettore fognario per la zona est di San Bonifacio (2.685.000€), il collegamento idrico tra Legnago e Villa Bartolomea (1.400.000€), il completamento e l’adeguamento della rete fognaria di via Verdi a San Giovanni Ilarione, il rifacimento dei sotto-servizi di via dall’Oca Bianca in concomitanza ad interventi di riqualificazione urbana programmati dal comune di Cerro Veronese, il potenziamento della rete fognaria di via Cittella a Bussolengo, l’adeguamento funzionale del depuratore Tre Corone di Zevio. Ulteriori consistenti investimenti eseguiti nel 2014 per lavori la cui conclusione è prevista nei prossimi anni hanno riguardato: l’estensione della rete fognaria afferente all’impianto di depurazione di Cologna Veneta (2.800.000€), il rifacimento del collettore fognario della Valpantena (2.170.000€), il primo stralcio funzionale per l’adeguamento ed il potenziamento della rete idrica di Palù (560.000€), l’adeguamento ed il potenziamento del sistema fognario di Monteforte d’Alpone (200.000€), il primo stralcio funzionale per l’ampliamento delle fognature a Bussolengo (115.000€), il completamento delle opere per il nuovo impianto di depurazione di Nogarole Rocca (360.000€), l’estensione della rete idrica in località Boscoriondo di Oppeano (160.000€), l’avvio dei lavori per la risoluzione dell’emergenza PFAS nel potabilizzatore di Almisano (115.000€), il primo stralcio funzionale per l’estensione della rete fognaria a ronco all’Adige (140.000€), l’estensione e l’adeguamento dei sotto-servizi di loc. La Rizza e via Nino Bixio di Villafranca di Verona (96.000€), l’estensione della rete fognaria in via Santa Croce di Angiari (80.000€).
Sempre nel 2014, gli investimenti più significativi che hanno interessato il comune di Verona sono stati: l’avvio dei lavori di fognatura in via Edison (150.000€), la progettazione di tutti gli interventi per l’estensione ed il potenziamento dei sotto-servizi di Verona Sud/ATO4, l’estensione della rete fognaria in via Lazzareto (180.000€), la progettazione e la realizzazione degli interventi per l’adeguamento della rete acquedottistica nelle vie Volte Maso, Cason del Chievo, Strada Monte Cillario e vicolo Campo Marzo (146.000€), la progettazione e la realizzazione dei primi interventi per l’estensione della rete fognaria nelle vie Carducci, loc. Poiano, Stradone S.Lucia, via Fenilon e via Sommacampagna (360.000€).
E’ stato un anno, quello appena passato, caratterizzato inoltre da significative novità gestionali che hanno permesso un’importante riduzione delle uscite e dei costi dell’azienda, grazie ad una mirata strategia di ottimizzazione delle risorse umane. Il Valore Aggiunto è migliorato rispetto al Budget; a tale risultato hanno certamente contribuito i risparmi di circa Euro 3,2 milioni ottenuti da minori costi sostenuti per l’acquisto di Energia Elettrica (1,6 milioni), e per conduzione impianti e contratti di servizio (1,6 milioni). Il Margine Operativo Lordo è risultato migliore di circa 0,5 milioni di euro grazie anche al risparmio sui costi del personale di circa 0,4 milioni rispetto al budget. Molto importante è stata la creazione di Viveracqua, la società consortile a capitale interamente pubblico nata senza scopo di lucro due anni e mezzo fa dalla compartecipazione di Acque Veronesi e Acque Vicentine. Si tratta di una vera e propria “rete” regionale dell’acqua, con la finalità di creare sinergie e gestire in comune molteplici fasi amministrative e operative del servizio idrico, realtà che poi si è allargata in tutto il Veneto.
Per il 2015 sono previsti investimenti pari a circa 17 milioni di euro.
«I numeri emersi nel corso dell’approvazione del bilancio sono frutto di notevoli sforzi economici e tecnici - ha detto Mariotti - Per il futuro sono in cantiere numerosi progetti di ammodernamento delle reti idriche e fognarie in tutta la provincia. A tal fine Acque Veronesi, anche in collaborazione con altre società appartenenti a Viveracqua, è in procinto di concludere nuove operazioni finanziarie che permetteranno alla stessa di garantire risorse per oltre 100 milioni di opere nei prossimi 6 anni. Lascio un’azienda sana e vicina alle esigenze del territorio».
L’Assemblea dei Soci ha eletto il nuovo Consiglio di amministrazione che guiderà la società consortile per i prossimi 3 anni. Sono stati nominati: Niko Cordioli, presidente, Domenico Dal Cero, vicepresidente e Paola Briani, consigliere. Nella stessa seduta sono stati inoltre nominati i componenti del collegio sindacale: Cristiano Maccagnani (presidente), Alberto Mion e Giovanna Rebonato.
Nei prossimi giorni si terrà una conferenza stampa di presentazione dei nuovi membri del Cda e del Collegio sindacale.

comments

BAYERNLAND REALIZZA UN NUOVO CENTRO LOGISTICO NELL'INTERPORTO QUADRANTE EUROPA

Prodotti Bavaresi per tutta l'Italia
Nel 2012, dopo una fase costruttiva di meno di un’anno, Bayernland Srl è entrata nella sua nuova sede di Vipiteno: uffici modernissimi, un buon clima di lavoro accompagnato con tecnologie dell’ultima generazione e non per ultimo un’ottima gestione del mercato hanno contribuito ad una continua crescita del fatturato e dei risultati di bilancio. I collaboratori di Vipiteno hanno appena fatto in tempo ad adeguarsi nel nuovo stabile, e giá i loro colleghi di Verona possono contare su una loro sede nuova.
In Aprile 2015 è stato firmato l’accordo per l’acquisto del terreno sito nell’Interporto Quadrante Europa di Verona: in presenza dei rappresentanti del Consorzio ZAI di Verona guidati dal Vicepresidente Ferdinando Albini, e dei vertici della Bayernland con Gerhard Meier come presidente, é stato festeggiato questo momento.
Giá oggi nel centro logistico di Verona vengono preparati giornalmente fino a 35.000 colli di vari prodotti lattiero caseari per i clienti i tutta Italia. Dalla posizione geografica ottimale di Verona possono essere servite tutte le destinazioni in 24 rispettivamente 48 ore Sardegna e Sicilia compresa. Vengono raccolti, controllati ed eseguiti gli ordini di oltre 2.000 clienti. La nuova costruzione potrá migliorare ulteriormente la pianificazione e l’organizzazione del flusso delle merci.
L’incremento dei volumi degli ultimi anni ha reso necessario questo nuovo progetto. La nuova posizione è praticamente accanto allo stabile esistente. L’inizio dei lavori è previsto ancora per dicembre di quest’anno e dovranno essere terminati nel settembre del 2016. Un magazzino automatizzato con un’altezza di 25 metri potrá stoccare piú del doppio dell’attuale: il nuovo terreno ha una superficie di 17.000 mq su cui sarà realizzato un capannone di 7.000 mq con capacitá di stoccaggio per 8.000 europallet.
Nuovo, piú grande e piú moderno La dislocazione del Centro logistico è in uno dei piu importanti nodi di smistamento merci nel Nord Italia. Oltre a requisiti eccellenti per il traffico su gomma l’area è integrata nell’asse ferroviario del Brennero e dispone del piú grosso centro di smistamento container d’Italia.
Giá nel 1998 nella fase di valutazione per l’insediamento del primo centro logistico il collegamento con la ferrovia era ed è un criterio importante. “Ormai è sicuro che la Galleria del Brennero sará realizzata e una grossa parte del traffico pesante, soprattutto in direzione Nord/Sud, si sposterá su rotaia. Bayernland in quel momento sará in prima fila”- afferma il Direttore di Bayernland srl Dietmar Bacher- "A fronte di una crisi come quella attuale la decisione di fare un’investimento di questa dimensione è un passo molto coraggioso. Nel contempo è anche un segno di grande fiducia della Sede Centrale di Norimberga nella squadra italiana".

Nella foto da sinistra: Ferdinando Albini (Vicepresidente Consorzio ZAI Interporto Quadrante Europa), Gerhard Meier (Direttore Generale Bayernland eG Norimberga), Dietmar Bacher (Direttore Bayernland Srl Vipiteno) durante la firma del contratto.

comments

La Giornata Mondiale dell’Acqua a Verona

Stand, laboratori, giochi e gadget per i più piccoli. In Cortile Mercato Vecchio protagonista “l’impronta idrica”
Acqua come bene comune, fonte di vita e non merce di consumo, una risorsa primaria da tutelare e difendere. Questo il messaggio che Acque Veronesi anche quest’anno ha voluto trasmettere in occasione dell’evento che vede le risorse idriche celebrate in tutto il mondo. Per un intero giorno, domenica 22 marzo, in Cortile Mercato Vecchio l’acqua di rubinetto è stata la protagonista della vita cittadina di Verona. L’obiettivo della manifestazione è stata ancora una volta quello di sensibilizzare e promuovere un uso consapevole e responsabile dell’acqua, evitarne inutili sprechi,  avere rispetto dell’ambiente e contemporaneamente “degustare” una delle migliori acque, in termini di qualità, gusto e sicurezza dell’intero territorio nazionale.
La mission dell’evento, organizzato in collaborazione con il Comune di Verona e con il patrocinio di Amia, Provincia di Verona e Consiglio di Bacino Veronese, è stata quella di imparare divertendosi. Tema portante dell’edizione di quest’anno è stata “l’impronta idrica”. I consumi alimentari contribuiscono infatti all’89% del consumo idrico giornaliero degli italiani: in media un individuo consuma due litri d'acqua al giorno per bere, ma ne utilizza, a sua insaputa, fino a 4.000 per alimentarsi. Questo contenuto ''invisibile'' è dato dall'acqua virtuale, ovvero il volume di acqua impiegato durante il processo produttivo degli alimenti. Questi in sintesi i messaggi che il personale della società consortile ha voluto trasmettere alla cittadinanza con l’ausilio di laboratori, pubblicazioni, grafici illustrati e giochi per bambini. Proprio le famiglie veronesi hanno avuto così la possibilità di scoprire come per esempio la maggior parte dell'acqua ''contenuta'' all''interno dei cibi che arrivano sulla nostra tavola, è utilizzata nella prima parte del processo produttivo, la più lontana dal consumatore: la fase della coltivazione. In termini di media mondiale, la produzione di 1 kg di carne di manzo richiede una media di 15.415 litri di acqua,  produrre 1 kg di pasta richiede mediamente 1850 litri di acqua. Alcuni studi hanno dimostrato che, nel futuro, sarà possibile ridurre l'impronta idrica globale anche in previsione di un grande aumento della popolazione, attraverso un cambiamento nei consumi.
«Ogni anno vengono sprecate circa 1,3 miliardi di tonnellate di cibo, un terzo della produzione mondiale – ha commentato il presidente Massimo Mariotti - Ciò comporta inevitabilmente anche lo sperpero di risorse idriche. Tra 15 anni il pianeta si troverà ad affrontare un calo del 40% della disponibilità d'acqua, a meno che non venga migliorata in modo significativo la gestione di questa risorsa vitale. In questi ultimi anni, però - ha aggiunto Mariotti – grazie anche ad iniziative come queste,  è notevolmente cresciuta la consapevolezza che il cosiddetto “oro blu” non è illimitato e che non sarà sufficiente per le esigenze future se non vengono pianificate adeguate misure di consumo sostenibile». 
Presente alla manifestazione anche il vicepresidente Marco Olivati: «Le risorse idriche sono alla base della crescita economica, della riduzione della povertà e della sostenibilità ambientale. Ancora una volta Acque Veronesi ed il Comune di Verona hanno fatto squadra, dimostrando attenzione ed estrema sensibilità su questi temi».  Durante la mattinata sono stati anche premiati dal Presidente Mariotti gli alunni delle scuole vincitrici del concorso "Fontane e Fontanili".

comments

Acque Veronesi ricorda i 100 anni della Grande Guerra

Centenario della prima guerra mondiale. Acque Veronesi ricorda i militari italiani caduti in missioni militari all’estero. Intitolati gli impianti e gli uffici della società anche ai veronesi Enrico Frassanito e Manuel Fiorito. Mariotti: «Un atto doveroso, un onore per la nostra città». 
«L'acqua è simbolo della vita che inizia e per questo Acque Veronesi ha voluto accomunare due momenti importanti dell'esistenza, come la nascita e la morte, per ricordare gesti eroici compiuti da valorosi uomini  che hanno sacrificato la loro vita. Un’occasione importante per ricordare il loro impegno e per manifestare vicinanza e affetto alle loro famiglie». Così Massimo Mariotti, presidente di Acque Veronesi, ha voluto commentare la cerimonia di intitolazione degli impianti della società consortile ai militari italiani caduti nelle missioni di pace all’estero. Il Consiglio di Amministrazione di Acque Veronesi, in occasione del centenario della prima guerra mondiale, ha infatti deciso di commemorare tutte le vittime delle Forze Armate vittime di attentati. All’evento, svoltosi lunedì 25 maggio, oltre a Mariotti, erano presenti il vicepresidente Marco Olivati, il sindaco di Verona, Flavio Tosi, il presidente di Assoarma, il  Generale Edgardo Pisani e i familiari delle vittime. E’ stata intitolata la "Centrale Acquedotto di Borgo Trento", sita in via Cavalcaselle 15, alla memoria del Sottotenente dei Carabinieri Enrico Frassanito, croce d'Onore alle vittime per atti di terrorismo. Il militare nato nel padovano, ma residente a Sommacampagna, figlio dell'ex comandante della stazione dei carabinieri di Verona era deceduto all’età di 41 anni a nel capoluogo scaligero, dopo il tragico attentato del 27 aprile del 2006 a Nassiriya. Nei prossimi giorni, Acque Veronesi intitolerà anche gli uffici di presidenza, le sale riunioni della sede centrale e delle sedi periferiche e i suoi impianti, sia in città che in provincia,  alla memoria di tutti i caduti italiani all'estero in missioni di pace (solamente in Iraq, nella missione “Antica Babilonia”, oltre a Frassanito, morirono oltre 30 militari italiani). Giovani che hanno dato la vita in nome di un'ideale di giustizia e a favore delle popolazioni civili, mantenendo alto l'onore delle Forze Armate e dello Stato Italiano. Complessivamente saranno affisse 102 targhe, tra uffici e strutture dell’azienda, per ogni caduto dal 1946 ad oggi. Dopo la struttura di via Cavalcaselle, che porterà quindi il nome di Enrico Frassanito, verrà intitolato alla memoria di Manuel Fiorito l'impianto centrale dell’acquedotto di Porta Palio. Il Capitano di Reggimento degli Alpini era deceduto il 5 maggio 2006, mentre era impegnato in pattuglia nella valle di Musahi. Uno dei tanti luoghi poveri e remoti della regione di Kabul, dove il veronese, arrivato da appena una settimana in Afghanistan, era impegnato a favore della pace e della stabilità del paese, cercando di garantire un futuro migliore alla popolazione locale. Flavio Tosi ha commentato: «Esprimo la mia ammirazione per un’iniziativa di uno spessore così alto. Le due targhe capeggeranno nei pressi degli acquedotti e terranno così viva per sempre la memoria dei due ragazzi e del loro sacrificio».

comments

Street Food a Milano nell'ambito di Expo 2015

Gian Luigi Ferretti fra i relatori e L'Italiano media partner
STREET FOOD DAYS NOVEGRO
12-13-14 settembre 2014
Parco Esposizioni di Novegro (MI)
 
Tre giorni di gusto, cultura e musica al Parco Esposizioni di Novegro per:
•    gustare il cibo da strada dei Food Truck;
•    acquistare prodotti di qualità della tradizione culinaria italiana ed estera;
•    partecipare a dibattiti sulle tematiche del benessere e della salute connesse all’alimentazione, in coerenza con i temi di EXPO 2015;
•    divertirsi e assistere a performance artistiche e d’intrattenimento per vivere la strada in linea con il nostro vivere dinamico e attivo.

StreetFood On The Road® è un progetto patrocinato da EXPO 2015 che ha l’obiettivo di promuovere il buon cibo da strada italiano e internazionale, unendo i paesi e le culture del mondo attraverso la condivisione di esperienze di gusto e la valorizzazione delle eccellenze alimentari diffuse sul territorio (aziende, consorzi, realtà produttive locali), la tradizione più autentica del cibo semplice, fatto con prodotti genuini, come già si usava. Oggi e verso Expo2015, é anche la modalità più interessante e utile, per andare incontro alle tante persone che fluiranno nella Milano allargata e in tutta Italia e vorranno mangiare bene e sano. StreetFood On The Road ® è l'unico progetto sul tema dello street food patrocinato Expo2015 ed é una iniziativa che vuole dare visibilità a chi partecipa e si distingue.

IL PROGRAMMA
12-13-14 SETTEMBRE 2014

VENERDÌ 12 SETTEMBRE
h 10:00: inaugurazione STREETFOOD DAYS
h 11:00-13:00: Talk show “Good for food®. Cibo buono, cibo sano, verso EXPO 2015” condotto da Cristina Merlino, Direttrice del settimanale Starbene.
Interverranno:
•     Roberto Maroni, Presidente Regione Lombardia
•     Antonio Buonfiglio, Sottosegretario all'Agricoltura
•     Gian Luigi Ferretti, Presidente Italiani nel Mondo per Expo
•     Giovanni Fava, Assessore Agricoltura Regione Lombardia
•     Adriano Alessandrini, Sindaco Segrate
•     Luca Agnelli, Assessore Comune di PIoltello
•     Laura Margutti, Assessore al Commercio del Comune di Vaprio d’Adda
•     Carla Bertazzoli, Assessore Comune di Pandino
•     Pietro Romano, Presidente del Patto dei Sindaci del Nord-Ovest E Sindaco Rho
•     Giacomo Biraghi, Coordinatore dei Tavoli Tematici Expo
•     Claudio Artusi, Coordinatore di Expo in Città
•     Francesca Perticone, Endocrinologa Ospedale San Raffaele di Milano
•     Tommaso Farina, giornalista gastronomico e critico de Il Cucchiaio d’Argento
•     Prof. Giuseppe Di Fede-Direttore Sanitario I.M.Bio Istituto di Medicina Biologica Milano e Istituto Medicina Genetica Preventiva I.M.G.E.P Milano
•     Tiziana Colombo, Food Lover e scrittrice, esperta di intolleranze alimentari
•     Alessandro Avataneo, regista ed esperto di food
•     Davide Foschi, Artista promotore del Movimento del Metateismo Cibo e Arte nella storia

Dalle h 12:00: Street Food
h 18:00/22:00: Tango, un ballo di Strada, esibizione e coinvolgimento del pubblico

SABATO 13 SETTEMBRE
dalle h 11:00: street food
h 14:00/17:00: seminari di Hip Hop con i coreografi Marco de Magnis, Ery Ruraito, e Brando Mercado (su prenotazione e a pagamento: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) per approfondimento Fb SfidanceCrew
h 17:00/18:00 esibizione di Dancehall by Monica Mariano e le ballerine di Dmk
H 18:00/23:00 : Inizia la gara, sfida tra Crew di Hip Hop, gara coreografica che terminerà con una battle freestyle
h 23:00: esibizione di Marco de Magnis, Ery Ruraito e Brando Mercado e premiazione della Best Crew. Ad un ballerino promettente verrà data una borsa di studio per il corso di Ragga Dancehall in DMK School milano. Accademia formativa per ballerini e futuri insegnanti. 10 appuntamenti da 2 ore da ottobre a maggio.

DOMENICA 14 SETTEMBRE
h 11:00: street food
h 12:00/13:30 : Cooking show birra e street food coordinato da Tommaso Farina, giornalista gastronomico e critico de Il Cucchiaio d’Argento.
A SEGUIRE : street food
H 16:00: Family Cooking, street pizza per grandi e piccini

L'ingresso allo STREETFOOD DAYS è di 4 euro.
Il costo delle consumazioni è a discrezione dei Food Truck e degli espositori presenti.


APPROFONDIMENTI

XCOMM – www.xcomm.it - Ente organizzatore
Marketing e Comunicazione Integrata, sviluppa soluzioni creative e progetti di marketing territoriale per la valorizzazione della relazione tra Istituzioni, Aziende e i Brand, con i loro pubblici di riferimento. Ha ideato (in collaborazione con l’Associazione Culturale Tutti Più Educati e l’Accademia di Belle Arti di Brera) e realizza il progetto StreetFood on The Road® The Sm.Art Way of Living – con il patrocinio gratuito di Expo Milano 2015 - per la promozione e valorizzazione delle eccellenze territoriali attraverso esperienze di gusto. Al suo attivo ha la collaborazione con Istituzioni, tra cui la Regione Marche, vincitore del Premio Speciale Enti Pubblici del BEA Italia 2012 – Best Event Awards. XComm è azienda consociata a Distretto33, consorzio di imprese attivo della zona di Rho Milano Fiera e nel nord-ovest milanese.


TOMMASO FARINA – Coordinatore Cooking Show – Domenica 14 settembre
Giornalista, esperto di enogastronomia, sommelier AIS. Collabora con Papillon, e per le guide edite dal Gruppo Comunica, ma anche con Sky Sport24, per cui cura una rubrica di approfondimento sugli aspetti culinari di calcio e sport e con il quotidiano Libero. Detesta i talebani del vino, quelli che non concepiscono un vino al di fuori delle loro categorie mentali.


IL TANGO venerdì 12 settembre, dalle 18:30
con la Libera Compagnia Musicale Migrante e Monica Mantelli, studiosa ed esperta di Tango a livello internazionale, che ha ristrutturato il famoso Cafe Procope e ideato un metodo,  "Etno-Tango", contenitore multidisciplinare volto alla riqualificazione ed integrazione territoriale attraverso il tango.
Il movimento ha ricevuto nel 2010 la prestigioso targa di riconoscimento per la promozione interdisciplinare della Musica e Danza. Negli anni la comunità informale di Etnotango fatta di tangueros e appassionati delle discipline intorno al tango si è estesa a tutto il comprensorio metropolitano della città.
Il suo percorso di appuntamenti ed eventi è improntato al metissage fenomenologico tra Italia e Argentina e alla creazione di reti tra operatori e ricerche interdisciplinari sul tema.
Ad oggi Etnotango si dedica a valorizzare talenti e risorse del territorio presidiando con produzioni originali di danza, musica, teatro e interventi di edu-entertainment annesse ai valori etici, sociali e ambientali nelle piazze e location più amate o più prestigiose del territorio


SEMARAH DANCE – sabato 13 settembre dalle ore 14:00 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Il contest hip hop è organizzato da Sara "Semarah" Butera, creatrice di eventi danzanti, ballerina ed insegnante della ASD Semarah Dance di Cernobbio (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) in collaborazione con l'organizzatrice di eventi Federica Caragliano. Sara si dedica da anni alla diffusione e studio delle danze orientali, ma, lavorando da anni sulle fusion tra danze, è entrata nel mondo delle street dance.Ritmi coinvolgenti ed evoluzioni scenografiche saranno i protagonisti di una giornata interamente dedicata alla Street Dance, dove sarà anche possibile partecipare a tre seminari di 1 ora ciascuno, tenuti dai ballerini e coreografi Marco de Magnis, Ery Ruraito e Brando Mercado. Monica Mariano di DMK che si scateneranno in una coinvolgente dancehall con le sue ballerine La Street Battle è aperta…


ASSOCIAZIONE ITALIANI NEL MONDO PER EXPO – Associazione Promotrice www.italianinelmondoperexpo2015.com
L’Associazione Italiani nel Mondo si pone come obiettivo quello di canalizzare l’attenzione delle comunità italiane all’estero verso EXPO 2015 , assumendo a tale scopo la denominazione
ASSOCIAZIONE ITALIANI NEL MONDO VERSO EXPO 2015.
Consapevole della stupenda ribalta internazionale che Milano 2015 rappresenterà per tutti i Paesi , si propone di chiamare in causa ed in campo i suoi fratelli che vivono e lavorano all’estero per farne dei veri e propri Ambasciatori di EXPO MILANO, dei “testimonials” cioè di grande valore , qualificati , motivati ed attivi. Lo Spazio all’interno dell’Evento Street Food Novegro e avrà il significato di valorizzare il loro Lavoro all’Estero , e consentire ai nostri connazionali di seconda , terza e quarta generazione di conoscere le proprie origini , in un contesto celebrativo irripetibile.

comments