Lun12112017

Last updateGio, 30 Nov 2017 1pm

A chi giova la riduzione della rete consolare?

Alberto Bruno - Il recente dibattito su Youdem tra Micheloni, Belloni, Ferretti e Mangione (in collegamento dagli USA) ha messo ancora una volta in risalto l'opacità con cui si muove il Ministero degli Affari Esteri non solo nell’organizzazione interna, ma anche nella proiezione esterna, che è poi quella che interessa maggiormente la collettività italiana nel mondo.

comments

Leggi tutto...

L'INCA chiude in Svizzera

L'Associazione INCA Svizzera chiude e lo annuncia con un comunicato. Confutiamo in corsivo rosso alcune delle affermazioni riservandoci di ritornare più approfonditamente sull'argomento.

COMUNICATO
e commenti a caldo

comments

Leggi tutto...

Dio perdona, Razzi no

Razzi è uno di quelli che se la legano al dito. Per la serie "Dio perdona, Antonio no".
Quando tentò disperatamente di farsi eleggere nel CGIE gli andò male e da allora cova un rancore sordo contro questo organismo.

comments

Leggi tutto...

On. Picchi: Grave attacco razzista in cui e' morto italiano nel Regno Unito

"Si parla sempre dei migranti di Lampedusa, ma si trascura il dramma delle centinaia di migliaia di nostri giovani italiani costretti ad emigrare per cercare opportunita' di lavoro e purtroppo quanto avvenuto al giovane Joele Leotta ucciso di botte razziste a Maidstone dovrebbe farci riflettere."

comments

Leggi tutto...

Pianto impotente degli eletti all'estero

Lungo Scortese - Piangono impotenti gli eletti all'estero al sentore che la Circoscrizione Estero sta per essere abolita.
Probabilmente verrà mantenuto l'esercizio di voto agli italiani all'estero, ma verrà tolta quella riserva di 12 deputati e 6 senatori residenti all'estero.
Ma ai nostri cari parlamentari del diritto di voto se ne fanno un baffo se non possono più essere votati loro.
Oggi piangono i deputati del PD Farina, Fedi, Garavini, La Marca e Porta perché il governo che hanno votato e sostengono sta per tirare la riga sulla circoscrizione Estero. E sempre oggi pianse Di Biagio (Scelta Civica), anche lui un supporter di questo governo.
Aspettate e vedrete, nei prossimi giorni, anche gli altri, uno ad uno, ci faranno partecipi del loro dolore.
Nei giorni scorsi hanno anche tentato una furbata proponendo di dare il diritto di votare per la circoscrizione Estero anche a chi si trova temporaneamente all'estero per motivi di studio (tema sentito, così manterranno la Circoscrizione...)e probabilmente non ha alcun contatto con le comunità dei veri espatriati. Vabbè che anche fra gli eletti c'è chi un emigrato vero non l'ha mai visto. Succede anche questo grazie ai brogli sempre più sfacciati e spudorati, che tutti conosciamo ma purtroppo nessuno è in grado di dimostrare.

Da tanto tempo andiamo ripetendo che i nostri parlamentari - anziché occuparsi dell'universo mondo, come ultimamente le morti prenatali - avrebbero duo concentrarsi, con forza e determinazione, financo con gesti dimostrativi clamorosi, su due temi: 
1. Abolizione dell'odiosa e discriminatoria IMU sulla prima casa in Italia degli emigrati;
2. Una drastica riforma delle PROCEDURE DI VOTO e non ridicoli palliativi come la fotocopia del documento e sciocchezze del genere.
Nessuno ci ha dato retta, ora ne pagheranno le conseguenze. In fondo è meglio che, chi ha dimostrato di non essere in grado di fare come si deve il parlamentare degli italiani nel mondo, vada a fare un altro mestiere. 
Per gli italiani all'estero non è di grande importanza la residenza di chi li rappresenterà. In fondo l'importante è che sia bravo a rappresentarli.

comments