Sab01202018

Last updateGio, 18 Gen 2018 8pm

Bille' (MAIE UK) e Ferretti (MAIE EU) annunciano il prossimo Congresso MAIE Europa

II Congresso MAIE Europa a Londra il prossimo 26 ottobre alla presenza del Presidente Merlo, dell'on. Mario Borghese e del Sen.Claudio Zin
Luigi Billè, coordinatore del MAIE UK, e il coordinatore continentale europeo, Gian Luigi Ferretti  hanno annunciato, oggi,  in una nota congiunta il II°Congresso del Movimento Associativo in Europa, che si terrà a Londra il 26  Ottobre, alla presenza del Presidente On. Ricardo Merlo, e a cui hanno dato adesione anche l'on. Borghese e il Senatore Zin.
"Questo congresso preparatorio ospiterà un dibattito aperto ai delegati e ai simpatizzanti del MAIE, in cui si analizzeranno le prospettive del MAIE in Europa  e si discuteranno le principali riforme organico-strutturali e logistiche che il MAIE Europa sta affrontando in vista delle future scadenze elettorali". -  ha spiegato  Billè, già candidato alle politiche del 2013. "Voglio sottolineare - ha dichiarato -  l'importanza dell'evento a cui parteciperanno tutti i coordinatori presenti nel vecchio continente, oltre a delegati e simpatizzanti”.
Da parte sua, Gian Luigi Ferretti ha aggiunto: “Il MAIE sta dimostrando - anche ai più scettici - che la sua presenza sul territorio è reale. Inoltre, il fatto che a Londra saranno presenti ben tre deputati eletti all’estero è un evento che non si era mai verificato con nessuna formazione politica da quando nel 2006 ci sono state le prime elezioni.”

comments

Ferretti ospite d'onore a "Community" sulla Rai

Domani, giovedì 3 ottobre, il fondatore e direttore editoriale de L'ITALIANO, Gian Luigi Ferretti, sarà ospite d'onore di Community, la nuova trasmissione della Rai condotta da Benedetta Rinaldi. Si parlerà della sua vita dedicata agli italiani nel mondo, delle sue realizzazioni e dei suoi progetti.

comments

Leggi tutto...

Una bella notizia: ricominciano le trasmissioni Rai per gli italiani all'estero

Fra le tante brutte notizie per gli italiani nel mondo di questi tempi, ecco spuntarne una bella, davvero inaspettata.
Così, senza clamore, alla chetichella, la Rai sta per riprendere a produrre programmi specifici per gli italiani all'estero da trasmettere su Rai Italia a partire dal 30 settembre.

comments

Leggi tutto...

Costituiti nuovi circoli PD nel mondo

“La nascita di nuovi circoli del PD all’estero è una risposta positiva e di partecipazione alla crisi politica che vive l’Italia e il segno di quanto i nostri connazionali siano legati al Paese d’origine”.
Con queste parole Eugenio Marino, Responsabile PD all’estero, commenta la costituzione di sette nuovi circoli del PD tra Sud America, Nord America ed Europa.
“Dall’Europa al Nord e Sud America – continua il dirigente del PD – la voglia dei nostri connazionali di non chiudersi in casa e arrendersi al qualunquismo o al pessimismo, si è trasformata nella volontà di ritrovarsi e fare politica attivamente tra la gente e nella società”.
“Il fatto, poi, che questa carica etica – prosegue Marino – spinga a guardare al PD e trovi in noi il punto di riferimento di energie fresche, giovani e piene di entusiasmo mi riempie di orgoglio e mi spinge a rafforzare sempre più il dialogo con i cittadini e le forze associative sulla base di progetti politici condivisi per le comunità all’estero e l’Italia”.
“L’ho detto in passato e lo ripeto oggi – aggiunge Marino – il PD vuole continuare a essere all’estero un interlocutore serio che, anche in tempi di crisi economica e politica, anche nelle difficoltà operative del momento storico, si fa interlocutore privilegiato e apre le proprie porte a cittadini, associazioni, istituzioni e partiti locali all’estero”.
“La nascita di circoli con molti giovani capaci e brillanti – conclude Marino – come quelli di Freiburg, La Plata, Mar Chiquita, Mar y Sierra, Regione Centro, Venezuela e Washington, rafforza e concretizza questo obiettivo e ci aiuta a essere più radicati nella società oltre che sul territorio”.
Altri circoli oltre quelli citati sono stati costituiti e, in questi giorni, sono in corso i controlli e le verifiche previste prima della loro formalizzazione e ufficializzazione pubblica.

comments

Carmelo Pignataro si prepara e Massimo Romagnoli aspetta

CoI parlamentari del Pdl minacciano di dimettersi dal Parlamento se Berlusconi verrà fatto decadere da senatore. Che succederà se davvero lo faranno? A loro subentreranno immediatamente i primi dei non eletti.
L'unico eletto all'estero, l'On. Guglielmo Picchi, naturalmente si dimetterebbe assieme agli altri e, a questo punto diventerebbe deputato Carmelo Pignataro che, con le sue 9.632 preferenze, è risultato subito dietro Picchi. Qualora dovesse dimettersi anche lui, rientrerebbe alla Camera Massimo Romagnoli, terzo con 8.734 preferenze.

comments