Lun10222018

Last updateSab, 22 Set 2018 11am

A Copenaghen un’interessante serata organizzata da un ottimo Comites

Venerdì scorso ben 4 rappresentanti istituzionali degli italiani all’estero si sono recati a Copenaghen invitati dal Comites, due deputati eletti nella ripartizione Europa della Circoscrizione Estero (Gugliemo Picchi della Lega ed Alessio Tacconi del PD) e due Consiglieri del CGIE (Gian Luigi Ferretti del MAIE e Luca Tagliaretti di NCD). Perfetto equilibrio dunque fra rappresentanti della maggioranza di governo (On. Tacconi e Tagliaretti) e dell’opposizione (On. Picchi e Ferretti), che hanno partecipato dapprima alla riunione ordinaria del Comites e successivamente ad una serata informativa con dibattito presso l’Istituto Italiano di Cultura di Hellerup, alla presenza del Console Marco Lattanzi e di Fabio Ruggirello, Addetto Culturale dell’Ambasciata). Un Comites di prim’ordine con consiglieri qualificati ed entusiasti guidati da una Presidente, Veronica Cadossi, abilissima nel delegare. Si lavora a progetti con ciascun consigliere impegnato a portare avanti un’attività specifica, che può essere una festa per i bambini o l’organizzazione di corsi d’italiano, di una biblioteca o di un evento e così via. Meno male che alla fine ce la fecero a presentare la lista, l’unica, per le elezioni del Comites dopo avere fallito mesi prima nell’impresa non certo facile di reperire le tante firme di presentatori autenticate dal Consolato. La responsabilità della serata di sabato se l’era assunta Davide Bonavida, che l’ha portata a termine egregiamente anche nella sua funzione di moderatore. Si è parlato dei tanti temi d’interesse per gli italiani all’estero: IMU-TASI, canone RAI, pensioni, procedure del voto all’estero e soprattutto il taglio ai fondi per la diffusione della lingua italiana all´estero. Questo argomento sta particolarmente a cuore ai genitori volontari ipegnati nella gestione del Comitato Pro Scuola che fornisce l´asilo italiano del venerdì e la primina del sabato, attività importanti per mantenere la lingua italiana che soprattutto nelle famiglie miste è la lingua debole quando si risiede all´estero. Si teme che gli annunciati tagli totali porterebbero portare alla chiusura definitiva già nell´anno in corso. Di fronte alle contestazioni dell’On. Picchi (Lega) e di Ferretti (MAIE), l’On. Tacconi (PD), in palese imbarazzo, ha tentato di difendere l’indifendibile dicendo che i tagli sarebbero avvenuti per una svista e rifugiandosi nel solito annuncio di ordini del giorno, mozioni ed interpellanze volte a tappare in qualche modo i buchi dei quali lui e gli altri parlamentari della maggioranza sono corresponsabili. Subito si è acceso un animato scambio di battute fra Ferretti che imputava agli eletti all’estero del PD di essere “soldatini di partito” che mai hanno il coraggio di votare contro leggi e provvedimenti punitivi per gli italiani nel mondo e Tacconi che provava a buttare la colpa sui parlamentari di opposizione che, a suo avviso, sarebbero poco presenti o poco impegnati a “stimolare” il governo. Luca Tagliaretti (NCD) si è limitato ad illustrare le funzioni ed il lavoro di Comites e Cgie. Gli animi, che si erano un po’ scaldati nell’impeto del dibattito, si sono poi acquietati attorno al tavolo di un noto ristorante di Copenaghen previa, naturalmente, una visita alla Sirenetta. Sabato mattina tutti invitati dall’Ambasciatore Stefano Queirolo Palmas alla celebrazione della Festa Nazionale italiana sulla nave da crociera Costa Favolosa attraccata a Copenaghen nel corso della crociera nelle Terre dei Vikinghi.

comments