Lun12112017

Last updateGio, 30 Nov 2017 1pm

La valorizzazione dell’italianità di “Made by Italians”

GIAN LUIGI FERRETTI  (Controcorrente) - Nasce fra gli italiani nel mondo un’iniziativa nel segno dell’italianità.
Un gruppo di giovani italiani all’estero, guidati da Biase Liguori, un ingegnere ambientale lucano residente a Copenaghen, ha lanciato l marchio “Made by Italians”, destinato a diventare presto un naturale prolungamento della dicitura “Made in Italy” che, dagli anni ottanta ad oggi, è diventata il terzo marchio più noto al mondo dopo Coca-Cola e VISA.
“Made in Italy” nacque da un processo di rivalutazione e difesa dell'italianità dei prodotti al fine di contrastare la falsificazione della produzione artigianale e industriale italiana, soprattutto nei quattro tradizionali settori di moda, cibo, arredamento e meccanica (automobili, disegno industriale, macchinari e navi), in Italiano noti anche come "Le quattro A" da Abbigliamento, Agroalimentare, Arredamento e Automobili, settori che rappresentano i caratteri strategici dell’Italia, in cui ancora oggi si possono evidenziare centri di eccellenza e successo imprenditoriale che tutto il mondo invidia.
Il marchio contraddistingue manufatti di buon gusto, fatte “a regola d’arte”, con spiccata sensibilità creativa nel solco della tradizione storico, culturale ed artistica del territorio italiano. In sostanza certifica il valore aggiunto delle produzioni italiane, rispetto ad altre situazioni e produzioni concorrenti, dato da questa tradizione sposata all’innovazione. 
Tutto questo è universalmente riconosciuto come valido per quanto prodotto dagli italiani in Italia, ma non è che un italiano quando attraversa la frontiera nazionale, cambi il sua DNA fatto di gusto per il bello ed il buono e della ricerca dell’eleganza  e della qualità.
Parte da questa constatazione la creazione del marchio “Made by Italians”, per fare scoprire l’autenticità della tradizione italiana all’estero, per rendere immediatamente riconoscibili le attività come “veramente fatte da italiani”.
Se questa identificazione e contraddistinzione è lo scopo primario, gli ideatori di “Made by Italians” vogliono anche organizzare e gestire un network di professionisti qualificati provenienti da differenti settori fare incontrare una comunità di appassionati dell’italianità con una solida rete di attività creazione di un’accogliente community e di una solida rete, attive non solo sul web, affinchè utenti e professionisti di diversi settori e ambienti possano incontrarsi, mettere insieme storie personali e condividere professionalità e passione.
La cucina italiana è senza dubbio uno degli aspetti dell’italianità da preservare  e valorizzare e in questo senso l’appello lanciato da Copenaghen è stato prontamente raccolto dall’altra parte del mondo. In Argentina da quatto anni viene organizzata con grande successo la Settimana della Cucina Italiana di Buenos Aires, che, dalla prossima edizione, si fregerà del marchio “Made by Italians”.

comments

FRANCESCA ALDERISI INCONTRA IL SINDACO DI PERTH, LISA SCAFFIDI

Francesca Alderisi, conduttrice storica di Rai Italia, e' stata ricevuta questa mattina, lunedì 12 dicembre, in udienza privata dal Sindaco di Perth, Lisa Scaffidi.
"Un incontro molto intenso in cui abbiamo avuto modo di parlare di questa bellissima città e di quanto sia presente la collettivita' italiana in Australia."
Lisa Scaffidi, sposata con un italiano, copre la carica di Sindaco di Perth dal 2007 ed e' il primo Sindaco donna della città.
" Per me e' stato particolarmente toccante vedere quanto Lisa Scaffidi, sia stata interessata durante la nostra piacevole conversazione, anche al mio lavoro di conduttrice televisiva impegnata nello specifico alle tematiche rivolte ai nostri connazionali all'estero".
Il viaggio di Francesca Alderisi proseguirà mi prossimi giorni per Adelaide, Melbourne e Brisbane dove sono in programma una lunga serie di incontri.

comments

La Boschi in Sud America

La donna più potente del governo lunedì 26 sarà in Argentina, in Uruguay e in Brasile per una serie di incontri istituzionali e di conferenze. La prima tappa sarà a Buenos Aires dove sarà ricevuta dal Jefe de Gabinete de Ministros, Marcos Pena, alla Casa Rosada. Vedrà poi per una colazione di lavoro alcuni imprenditori italiani, quindi si recherà al Teatro Coliseo per un appuntamento con la comunità italiana.
Seguiranno visite al Parlamento e incontri dello stesso tenore a Montevideo, Porto Alegre, Brasilia e San Paolo.

comments

Zaia spiega il NO ai veneti di Buenos Aires

Quando il Luca Zaia è entrato nel grande salone del circolo La Trevigiana di Buenos Aires, sicuramente ha avuto l’impressione di essere in una città del Veneto.
Ad aspettarlo c'erano circa 400 emigrati veneti per un incontro conviviale – come si usa da queste parti – a base di piatti veneti e rallegrato da musiche italiane.
Erano presenti i due big della comunità italiana in Argentina, l’On. Ricardo Merlo e il Sen. Luigi Pallaro, entrambi di origine veneta.
Ai suoi corregionali, Zaia ha spiegato perché votare NO al Referendum e, a sentire i commenti fra i tavoli – spesso in dialetto veneto – sembravano più che convinti.
Nulla a che vedere con l’incontro “obbligato” della Boschi. Qui la gente è venuta con entusiasmo, senza essere stata sollecitata da nessuno. E Zaia ha viaggiato – da solo, senza codazzo - a spese sue e non dei contribuenti.

comments

Le “Stelle del Sud” compiono 5 anni

Non poteva mancare il supporto del MAIE
Sabato 23 aprile il gruppo folcloristico “Stelle del Sud” di Esslingen ha festeggiato  5 anni di esistenza con una grande serata a Wernau a sud di Stoccarda.
Non poteva mancare l’appoggio degli esponenti del Maie che, inviatati dal Presidente del Gruppo Paolo Elia, hanno partecipato con entusiasmo.
Il coordinatore Europeo del Maie Anna Mastrogiacomo con Giosué Giuseppe (Coordinatore del Baden-Württemberg) e  Dario Losciale (Coordinatore di Stoccarda) hanno presenziato alla festa portando il loro sostegno al gruppo. La sala era strapiena e il gruppo si è esibito con alcuni pezzi del loro repertorio folcloristico ad un livello amatoriale tale che niente ha da invidiare ai professionisti. Si percepiva un’aria di assoluta complicità tra loro evidenziando che  a legarli non era solo la passione del folclore a anche la loro straordinaria amicizia fatti di stima e rispetto reciproco quasi come una grande famiglia così tanto carismatica da  trascinare tante persone .
Il Presidente dell’associazione Paolo Elia è quasi come un fratello per tutti loro e questo crea un feeling tra loro che rende i balli armoniosi e perfetti con una sinergia fantastica che ti coinvolge chiunque.
Insomma è il caso dire che il Gruppo “Stelle del Sud” rappresentano quella parte dell’Italia oltre confine che promuove il MADE IN ITALY facendo conoscere ai nostri amici (nel nostro caso tedeschi) tradizioni e costumi del nostro paese che pochi conoscono.
Anna Mastrogiacomo aggiunge che è proprio il caso di dire che “Stelle del Sud” rappresentano nel loro genere sicuramente l’Italia da invidiare.

comments

Il MAIE in Germania per la promozione del Made in Italy

Anna Mastrogiacomo, Coordinatrice del MAIE Europa è stata presente all'Opening Day dell' “Eden Event & Catering” su invito di Elena Cinquegrana, Coordinatrice  del MAIE a Heilbronn e molto attiva anche nella zona di Ludwigsburg.
Una serata tutta targata Made in Italy con protagoniste Rosaria Langella e Antonietta Napolitano in un connubio perfetto di arte e sapori gastronomici.
Rosaria Langella, da perfetta padrona di casa, ha illustrato gli allestimenti per ogni occasione. Il Buffet, rigorosamente italiano, ha soddisfatto i palati dei numerosi partecipanti, Questa nuova opportunità ha fatto apprezzare la nostra cultura enogastronomica, oltre che ai nostri connazionali, anche agli amici tedeschi e non solo, tanto che non pochi non hanno perso al volo l'occasione per aggiudicarsi le prenotazioni tra le tante offerte proprio in occasione dell’Opening Day.
Il MAIE sostiene ogni iniziativa di sviluppo e promozione del vero Made in Italy e se ne fa portavoce sia in Italia che oltreconfine perchè oltretutto, promuevendo i prodotti italiani, si creano opportunità di lavoro.
Rosaria Langella e Antonietta Napolitano si sono fatte promotrici di questo con grande coraggio, grande sacrificio e soprattutto con tanta passione come solo grandi donne e capaci imprenditrici sanno fare. 
Rosaria Langella, che è l'ideatrice del progetto Eden, ha rappresentato l'Italia in più parti del mondo per grandi società come Italian Investiment con sede centrale a Roma, per la quale ha aperto filiali in Norvegia, in Germania Est e a Londra oltre che in nord Italia. Inoltre ha partecipato e collaborato a molte importanti attività: l'apertura adell'Hotel JHD a Castiglione delle Stiviere, l'apertura della linea G.T. Gusta in Tempo a Mantova e gli Street food Gustoso, la Join Vesuvio Campania a Napoli, il Gambero Rosso a Roma per l'apertura del miglior pizzaiolo d'Italia Ciro Salvo. E' stata incaricata per lavorare al progetto Terra Mea alle falde del Vesuvio e per l'aperttura della linea Signorelli a Tønsberg, la città più antica della Norvegia.
Antonietta Napolitano è un'affermata ristoratrice di successo con Bella Napoli a Tamm assieme al marito, Rosario Franciamore.
Anna Mastrogiacomo ha ringraziato Elena Cinquegrana per l’invito accolto con entusiasmo ed ha augurato buon lavoro a Rosaria Langella e Antonietta Napolitano per  il loro  percorso lavorativo, complimentandosi, a nome di tutti gli italian,i per l’impegno e la passione profusi nella a promozione dei nostri prodotti e del nostro Made in Italy.

comments

Il nobile discorso di Arcobelli al CGIE

Mai nel CGIE si era udito un discorso così. Di tutto si è parlato nelle assemblee plenarie dalla costituzione dell’organismo ad oggi, da questioni tecniche a beghe partitiche, da problemi sindacali a critiche alle rappresentanze diplomatico-consolari.
Quando ha iniziato a parlare Vincenzo Arcobelli (CTIM USA) c’era ancora il solito brusio in sala, ma presto è cessato ed in un silenzio carico d’attenzione, sono echeggiate nel salone della Farnesina, termini come Patria, onore, fedeltà, italianità.
Aveva preso la parola Arcobelli per un gesto nobile. Lui, che pure poteva aspirare al posto nel CdP per l’area anglofona, chiedeva ai Consiglieri tutti di votare per l'amico e collega Riccardo Pinna, illustrando i motivi per cui era degno di stima e fiducia.
Lo ha fatto in pochi minuti che nessuno dei presenti dimenticherà guadagnandosi l’ammirazione ed il rispetto dell’intero CGIE.
Davvero la nobiltà d'animo non è acqua..

comments

Francesca Alderisi in USA

La popolare conduttrice televisiva alla 72. parata del Columbus Day di New York ed a Wahington D.C. per il Gala Weekend della NIAF
Per Francesca Alderisi, popolare conduttrice televisiva da anni impegnata nel raccontare le storie di vita degli italiani nel mondo, sarà la nona partecipazione alla parata del Columbus Day di New York. 
Durante la più importante parata italiana al mondo, che si svolgerà lunedì 10 ottobre 2016 sulla Fifth Avenue, come ogni anno in questa occasione, Francesca Alderisi incontrerà tantissimi telespettatori di Rai Italia.
“Un appuntamento che porto nel cuore poichè rappresenta l’occasione per abbracciare dal vivo tanti italiani che mi seguono con affetto da molti anni”.
Venerdì 7 ottobre, Francesca Alderisi riceverà a Paterson, nel New Jersey, il tricolore italiano durante la cerimonia della consegna della Bandiere organizzata dall’Associazione Pan American Park.
 “Un’emozione immensa essere stata scelta come rappresentante dell’Italia per ricevere questo significativo riconoscimento”.
L’incontro con la comunità italoamericana proseguirà a Washington D.C. con la partecipazione al 41° Gala Weekend organizzato dalla NIAF, National Italian American Foundation.
Domenica 16 ottobre, Francesca Alderisi e Suor Myriam Castelli, conduttrice ed autrice del programma di Rai Italia "Cristianità” dopo la celebrazione della Messa in lingua italiana nella Chiesa del Santo Rosario di Washington D.C. incontreranno la comunità italiana presso la sede di Casa Italiana per un momento di dialogo con la collettività.
“ Per me è un grande privilegio potere incontrare i nostri connazionali dal vivo per il mondo e non solo raccontare le loro storie in tv. Ritengo infatti che sia importantissimo per chi si occupa di italiani nel mondo ed italianità, conoscere da vicino la realtà di chi ha lasciato l’Italia, in passato o più recentemente. Storie apparentemente diverse accomunate dallo stesso unico filo conduttore: l’amore per il proprio paese".

comments

Il MAIE alla Fiera di Stoccarda

La Coordinatrice europea del MAIE, Anna Mastrogiacomo, ha visitato la Fiera di Stoccarda, ospite  di imprenditori italiani, validi ambasciatori del Made in Italy ed ha avuto modo di constatare che gli stand con prodotti tricolore sono i più visitati, sia per quanto riguarda INTERGASTA (fiera internazionale specializzata per catering di alberghi, ristoranti, pasticceria e caffetteria) che GELATISSIMO (fiera dedicata alla produzione artigianale del gelato).
La Coordinatrice del MAIE si è soffermata a parlare con i vari espositori in rappresentanza di molte ditte italiane.
Allo stand AROMAITALIA, dove si poteva gustare, dal banco affollatissimo, il gelato dal gusto fresco e fragrante, pastoso e delicato che dà l'idea della frutta della nostra terra, la Mastrogiacomo ha avuto occasione di incontrare il dirigente del MAIE di Berlino Miguel Di Benedetto, che con grande professionalitá forniva consulenza ai tanti altri imprenditori interessati.
Molto apprezzato anche lo stand della pasticcereia DOLCE SALATO di Tübingen, che sfoggiava delle vere e proprie opere d'arti, dolci e salate, tutte rigorosamente di stampo italiano.
Ma comunque supergettonati anche tanti prodotti italiani, dal caffè alla pasta, alla pizza.
"E' stata una giornata faticosa" - ha dichiarato Anna Mastrogiacomo - "ma sono felice dei tanti incontri. Il MAIE non perde mai occasione di essere presente a supporto del Made in Italy".

comments