Ven01192018

Last updateGio, 18 Gen 2018 8pm

Non sono stati inglesi ad uccidere giovane italiano

L’incrocio sulla strada, qualche parola di troppo , figlia di troppo alcool ( o droga chissà) e l’inseguimento poi fino a casa, dove è stato picchiato a morte: è morto così un giovane di 19 anni Joele Leotta, di Nibionno (Lecco), da poco trasferitosi in Inghilterra per lavoro.

Per l’omicidio sono stati effettuati nove arresti: i fermati sono tutti d’origine lituana, sette sono stati trattenuti mentre due sono stati lasciati liberi su cauzione. Inizialmente si era pensato a un omicidio a sfondo razziale (“italiani di m... , ci rubate il lavoro"), ma poi l’ipotesi è tramontata. Un altro ragazzo italiano, Alex Galbiati, che con Joele divideva la stanza, ha subito lesioni durante l’aggressione ma è fuori pericolo. Intanto la famiglia del giovane italiano rimasto vittima dell’aggressione è giunta nel Paese ed è assistita dal personale del Consolato.

comments