Sab07212018

Last updateDom, 15 Lug 2018 10am

L'avanzata del MAIE ha fatto tappa in Belgio

In raccoglimento a Marcinelle
Il MAIE Europa si è dato all’inizio dell’anno un serrato programma di incontri con le comunità italiane nei diversi Paesi del Continente.
Sabato era la volta del Belgio con un’intensa giornata iniziata a Charleroi nel suggestivo castello di Monceau-sur-Sambre in mezzo ad uno splendido parco.  Al loro arrivo l’On. Ricardo Merlo, il Sen. Claudio Zine e Gian Luigi Ferretti hanno trovato, grazie all’impeccabile organizzazione di Levino Di Placido, una sala piena di pubblico qualificato. Molti dei presenti erano presidenti di associazioni e circoli italiani che, dopo avere ascoltato il progetto politico del MAIE, hanno aderito con grande entusiasmo al movimento.
Al termine si è recata al Bois du Cazier a Marcinelle una delegazione del MAIE guidata da Levino Di Placido, della quale facevano parte l’On. Merlo, il Sen. Zin, il Coordinatore Europeo Gian Luigi Ferretti, il Vice-coordinatore Luigi Billè, il coordinatore del Belgio Luigi Volpe, il Vicecoordinatore della Germania Corrado Matera ed i Coordinatori  Calogero Nicosia (Lussemburgo), Franco Savoia (Madrid), Alberto Collet (Barcellona) e Antonio Mecca (Berna). Sul luogo della sciagura mineraria, assunta a simbolo del sacrificio del lavoro italiano nel mondo, che si celebra ogni 8 di agosto con un’apposita Giornata voluta dall’allora Ministro Tremaglia, hanno deposto una corona al cippo con i nomi di tutti i caduti al suono dei rintocchi della campana. Dopo la breve, ma toccante, cerimonia, guidati dal Presidente degli ex minatori della Vallonia Sergio Alboni, hanno visitato il museo ed hanno visto un filmato sul tragico evento.
Nel pomeriggio a Bruxelles, in una grande sala affollata, introdotti da Volpe, l’On. Merlo, il Sen. Zin, Ferretti e Billè hanno illustrato gli scopi, le finalità ed i progetti del MAIE suscitando anche qui grande entusiasmo. Il pubblico continuava a fare domande ed a portare le  proprie esperienze tanto che un incontro che era programmato per durare un’ora/un’ora e mezza è durato invece oltre quattro ore.
Mentre è ancora nel pieno la campagna elettorale per le Elezioni Europee, alla quale il MAIE partecipa con suoi candidati residenti all’estero nella lista Io Cambio – MAIE, i dirigenti del Movimento si stanno già organizzando per le prossime elezioni per i Comites.
Qualcuno ha parlato di marcia trionfale del MAIE in Europa e potrebbe sembrare un’esagerazione propagandistica, ma chi ha assistito a tutti gli eventi del Movimento, da Londra a Stoccarda, da Ginevra a Losanna, da San Gallo fino, appunto, a Charleroi e Bruxelles, si è reso conto che oggi il MAIE è l’unica forza politica a fare accorrere tanti connazionali in ogni parte del Vecchio Continente ed a fare presa nelle loro menti e nei loro cuori.

comments