Mer07182018

Last updateDom, 15 Lug 2018 10am

Italia

Governo studia modifica Bossi-Fini

Governo studia modifica Bossi-Fini

Drastica riduzione tempi massimi permanenza nei Cie rispetto agli attuali 18 mesi; revisione sistema affidamento e gestione dei Centri; ex detenuti identificatidirettamente in carcere senza passare per i Cie.Sono i punti diuna bozza di modifica della Bossi-Fini cui lavorano ministro dell'Integrazione Kyenge e Viminale (viceministro Bubbico e sottosegretario Manzione). Un cambio epocale dell'immigrazione-ha detto di recente il premier Letta- impone cambi radicali dinormativa e approccio.

comments

24 senatori Pdl,stop critiche a governo

24 senatori Pdl,stop critiche a governo
"Non è più possibile tollerare lacritica distruttiva e permanente" di parte del Pdl "alla leggedi stabilità e all'operato del governo di cui 5 nostri ministrifanno parte e a cui abbiamo riconfermato la fiducia meno di tresettimane fa su indicazione dello stesso presidente Berlusconi".
Lo affermano in una nota congiunta 24 senatori del Pdl.

comments

Monti: no voti per Casini? Avevano ragione

Monti,no voti per Casini?avevano ragione

"Mi rivolgo a chi non ha votato Scelta Civica, pare siano tanti, perchè avevamo Casini.. puo'essere che avessero ragione loro". Lo afferma l'ex premier MarioMonti, ospite della trasmissione In Mezz'Ora.

comments

Letta, debito giù ma per la crescita

Letta,debito giù ma per la crescita ''Il debito va tenuto sotto controllo e noi per la prima volta dopo 5 anni l'abbiamo tagliato. Ma e'necessario che ci siano le condizioni per la crescita. E per l'Europa la crescita deve essere centrale''. Cosi' il premierLetta dopo l'incontro con il premier greco Samaras.

comments

Papa: ricordiamo donne coraggiose

Papa: ricordiamo donne coraggiose

"Penso a tante donne,a tutte le donne che pregano e che non si stancano mai, diamo oggi un ricordo a queste donne che ci danno una testimonianza di fede, di coraggio, di modello di preghiera". Lo ha detto il Papa a braccio prima dell'Angelus.

comments

Sindaco, perché funerali non a Lampedusa?

Sindaco,perché funerali non a Lampedusa?
"Perché i funerali non si sono svolti a Lampedusa? Dovete chiederlo a qualcun altro,noi non siamo stati coinvolti".

comments

Leggi tutto...

Equitalia:in Cassazione il "caso" Teramo

Equitalia:in Cassazione il "caso" Teramo (ANSA) - ROMA,21 OTT - Aveva rifiutato di partecipare, ai dannidei contribuenti, al sistema di false notifiche degli avvisi dimorosità fiscale in voga nell'agenzia Equitalia di Teramo,usanzaalla quale aderiva tutto l'ufficio.
comments

Leggi tutto...

Monti: Mauro-Casini con "anti-governisti"

Monti,Mauro-Casini con "anti-governisti" 

''Trovo strano che Mauro e Casini critichino Scelta Civica per un non sufficiente appoggio al governo e poi vadano verso coloro che lo minacciano davvero''.
Lo ha detto Mario Monti a ''In mezz'ora'

comments

L’arroganza grillina non vince

Domani, venerdi 19 alle ore 8:00, sarà possibile depositare presso il Ministero dell’Interno i simboli delle liste che intendono presentarsi alle elezioni. Ai tempi della Prima Repubblica si registravano lotte furibonde per arrivare primi fra il PCI e altri partiti, epica quella col Partito Radicale. Chi depositava per primo il simbolo si assicurava il primo posto sulla scheda elettorale. Per i comunisti era un punto d’orgoglio avere la falce e il martello “in alto a sinistra”.
Passano gli anni, cambiano i sistemi elettorali, ma la pratica del deposito del contrassegno elettorale rimane invariata malgrado ormai sia anacronistica e resista solo in Italia. Così come rimane la gara ad arrivare primi anche se nessuno sappia poi bene perché.
Ecco perché la dirigente del MAIE, dottoressa Antonella Rega, anche quest’anno si è presentata sul piazzale del Viminale già da mercoledì col contrassegno per le liste in Sud America, Nord America ed Europa. 12 ore dopo il suo arrivo e quello di altre due persone immediatamente dietro a lei, si sono presentati loro, i grillini, e subito hanno cominciato a contestare la piccola fila che si era formata. Evidentemente erano preoccupati di dovere deludere Grillo, che voleva sfruttare propagandisticamente il primo posto. No, di essere terzi non ne volevano sapere. Un senatore ha cominciato ad inveire, poi gli attivisti sono entrati nel Ministero per andare a dire che loro non ci stavano a mettersi in fila. Nel frattempo arrivava a dare man forte una deputata.
La solita sceneggiata all’italiana del “lei non sa chi sono io”, insomma. “Siamo la prima forza politica e non possiamo farci passare davanti dei movimentini” diceva uno e un altro argomentava: “Noi siamo gli unici onesti, voi siete tutti disonesti” beccandosi un sonoro “Ma vaffanculo” dal rappresentante della Lega sotto gli occhi divertiti dei ragazzi di Casa Pound.
Gli arroganti non avevano fatto i conti con l’esperienza della Rega che già nel 2013 aveva subito l’aggressione verbale dei grillini (arrivarono a gridarle “Puttana”), infuriati perché, anche allora, era la prima della fila. Astutamente mercoledì aveva preannunciato il suo arrivo con un fax al Ministero e, giunta sul posto, immediatamente era andata a farsi identificare da un agente di servizio.
Vanificata così l’arroganza grillina, dopo due giorni e due notti di fila, finalmente domattina il MAIE sarà il primo contrassegno depositato, il secondo sarà quello di UNITAL.

comments

Sottocategorie