Lun06262017

Last updateSab, 17 Giu 2017 4pm

Il terrorista Cesare Battisti arrestato in Brasile ma subito rilasciato

Si ipotizzava trasferimento in Francia
L’ex terrorista italiano è stato arrestato nella cittadina brasiliana di Embu das Artes, nello stato di San Paolo. Battisti è stato poi trasferito nella capitale, presso la sovrintendenza della polizia federale nel distretto di Lapa, dove resterà in attesa della decisione sulla sua detenzione. L’arresto è stato disposto dalle autorità «a compimento di un ordine di detenzione amministrativa per fini di espulsione», emesso la scorsa settimana da un giudice di Brasilia. Il provvedimento è stato possibile per la collaborazione tra il servizio cooperativo internazionale di Polizia (Scip) e la polizia federale brasiliana.
L’ipotesi più accreditata - secondo quanto si apprende - è che Battisti possa essere ora trasferito in Francia. Il 3 marzo scorso una sentenza di una giudice federale di Brasilia aveva stabilito che l’ex terrorista, condannato all’ergastolo in Italia per omicidio, venisse espulso dal Paese sudamericano, che nel 2009 gli aveva concesso lo status di prigioniero politico. Nel suo ultimo giorno di mandato, l’allora presidente Lula aveva respinto la richiesta di estradizione dell’Italia.
Il tribunale federale di San Paolo ha poi accolto la richiesta di scarcerazione del legale dell’ex terrorista. 
Cesare Battisti è nato a Sermoneta, in provincia di Latina, il 18 dicembre 1954. Verso la fine degli anni 70, dopo essere già stato arrestato per oltraggio a pubblico ufficiale e per alcuni furti, entrò a far parte del gruppo Proletari armati per il comunismo (Pac) con cui compì numerose azioni di terrorismo, tra le quali i quattro omicidi per i quali è stato condannato (oltre che per sequestro di persona e per numerose rapine) in contumacia. Arrestato nel 1979, infatti, evase due anni dopo dal carcere di Frosinone per rifugiarsi in Francia.

comments