Lun10222018

Last updateSab, 22 Set 2018 11am

Consultazioni di Napolitano: Messaggio chiaro e forte del MAIE

On. Franco Bruno (MAIE-API): “Fondamentale un programma serio di politica per gli Italiani all'estero"  
Incaricato dal Presidente Merlo in rappresentanza del MAIE, l'On. Franco Bruno (MAIE-API) ha incontrato il Presidente Napolitano nell'ambito delle consultazioni con i partiti presenti in Parlamento. Per l'ennesima volta il MAIE é stato l'unico dei partiti presenti in Parlamento a sollevare, davanti al Presidente della Repubblica, la problematica e la necessità di una politica  per gli italiani all'estero: “Ho presentato al Presidente della Repubblica le riflessioni della nostra componente parlamentare” ha dichiarato il deputato della componente MAIE-API Franco Bruno, al termine dell’incontro con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. 
“Evidenziando in premessa che il corpo elettorale italiano è formato anche dalla eccezionale risorsa di lavoratori, imprenditori, pensionati, giovani che sono italiani ma vivono all'estero. Abbiamo riscoperto questa realtà unica al mondo, con le sue potenzialità, l'abbiamo iscritta nella Costituzione, ma è tempo di attribuire alla nostra vasta comunità all'estero gli strumenti per concorrere veramente all'azione di governo, alla coesione sociale e al rilancio economico e competitivo dell'Italia nel Mondo.
Oggi si profila un nuovo Governo di ampia coalizione, la cui maggioranza sarà formata da forze di sinistra, di centro e di centro-destra.
Se si vuole che il Governo risulti più incisivo del precedente, occorre che la fiducia del Parlamento venga attribuita sulla base di un programma chiaro e definito che fornisca una forte legittimazione parlamentare e per noi diventa  fondamentale un programa serio ed  efficace di politica per gli italiani all'estero che cominci con l'evitare le chiusure e i declassamenti dei Consolati nelle Regioni del mondo dove la nostra collettivitá e presente”
Appare anche opportuno chiarire, all'atto della fiducia, se le riforme della legge elettorale e della Costituzione dovranno essere approvate da una maggioranza più ampia di quella politica o potranno essere adottate da maggioranze differenti” ha concluso il Deputato  Bruno.

comments