Dom08202017

Last updateMer, 09 Ago 2017 10am

Folto pubblico ad Hannover per "Terra Mia" con Scigliano e Impastato

Dopo anni di pausa, il poeta/scrittore Giuseppe Scigliano ed il musicista  Francesco impastato, hanno nuovamente portato sul palco un loro lavoro comune intitolato “Terra Mia”. Domenica 24 aprile, accolti da un grande pubblico nei locali della Missione cattolica italiana, Scigliano ed Impastato hanno tematizzato l’emigrazione italiana e gli asilanti.
Nella prima parte, Scigliano ha letto alcuni stralci di: “Il sapore del pane”,  “La terza via di Enrico” ed alcune poesie che mettevano in risalto gli anni cinquanta, sessanta e settanta.
Una descrizione sia del paese d’origine che della mancata integrazione nel paese di accoglienza di una parte della classe operaia. Impastato ha interpretato “Terra Mia” di Pino Daniele e “Amara terra mia” di Modugno. Insieme hanno interpretato “Terra amara”  il cui testo è stato scritto da Scigliano e le musiche da Impastato.
Sul Maxi-schermo, sono state proiettate le foto di alcuni italiani che arrivarono ad Hannover negli anni cinquanta. Queste foto fanno parte di un lavoro che Scigliano ha fatto con il Comites alcuni anni fa  (tutte foto in bianco e nero  messe a disposizione da alcuni connazionali. Sono state digitalizzate e ristampate su pannelli  che hanno fatto il giro in diversi posti tra cui il Consolato Generale).
Nella seconda parte, si è passato al tema asilanti partendo dalla guerra,  dai guerrafondai  e da tutta la filiera che specula su questa tragedia.  Scigliano ha letto diversi testi ed Impastato ha interpretato : “la Guerra”, “popoli” ed “Uomini senza terra”. Tutti brani scritti da Scigliano e musicati da Impastato negli anni novanta…Questi brani sono maledettamente attuali, anzi sembrano proprio scritti ieri.
Sul maxi-schermo, sono state proiettate foto attuali scattate nei luoghi di guerra e ai profughi.
A risistemare tutta la presentazione fotografica  è stato Claudio Provenzano che ha proiettato gli scatti  sapientemente durante la lettura ed i brani musicali.
Il Pubblico è stato attivo ed attento.
Nella prima parte, dove veniva  confrontato con l’Italia e la Germania del dopoguerra, molti hanno rivissuto la loro storia,nella seconda parte, si sono sentiti coinvolti con il destino di una moltitudine di persone che hanno vissuto e continuano a  vivere la tragedia della guerra o della povertà della loro terra  costretti alla  fuga verso paesi che litigano per accoglierli.
È stato per tutti una buona esperienza ed alla fine c’è stato un momento conviviale.
Tale manifestazione è stata incastonata ed ha chiuso la rassegna “ Primavera Italiana” che lo stesso Impastato ha organizzato con successo  ad Hannover.

comments