Sab11252017

Last updateMar, 14 Nov 2017 3am

Argentina

La III Settimana della Cucina Italiana è in pieno svolgimento a Buenos Aires

E’ in pieno svolgimento la III Settimana della Cucina Italiana di Buenos Aires, organizzata dal famoso enogastronomo Pietro Sorba e da “L’Italiano” col direttore Tullio Zembo, alla quale partecipano i 35 migliori ristoranti italiani della città.
L’evento, patrocinato, altre che dal quotidiano italiano, dall’Ambasciata d’Italia e dal Governo della Città Autonoma di Buenos Aires e sponsorizzato dalla Regione Emilia-Romagna, dal Banco Ciudad, dalla pasta Paese dei Sapori e da Cinzano, si concluderà domenica 30 agosto nel simbolico quartiere de La Boca.
Qui, nell’Usina del Arte, magnificamente restaurata, ci saranno degustazioni, corsi e conferenze sulla cucina italiana.
In seguito verrà assegnato un premio speciale de L’Italiano.

comments

A fine agosto la terza edizione della Settimana della Cucina Italiana a Buenos Aires

Il famoso enogastronomo Pietro Sorba ed il direttore del quotidiano “L’Italiano”, Tullio Zembo, hanno reso nota la prima bozza del programma della Settimana della Cucina Italiana, di cui sono gli organizzatori.
Per il terzo anno consecutivo a Buenos Aires sarà protagonista la cucina italiana con 34 ristoranti che dal 24 al 30 agosto offriranno menu promozionali basati sui segreti dell'autentica cucina italiana.
L’evento, che fa parte del programma del Verano Italiano (Estate Italiana), trenta giorni di cinema, teatro, arte e cultura del nostro paese messi a disposizioni della popolazione argentina, è patrocinato dall’Ambasciata d’Italia e si svolge con la collaborazione del Governo della Città Autonoma di Buenos Aires, del quotidiano “L’Italiano”, del Banco Ciudad, dell’Istituto Italiano di Cultura, della Regione Emilia Romagna e di Cinzano.
Le informazioni sono consultabili su: litaliano.it/cocinaitaliana.

comments

PREMIO L’ITALIANO A PERSONALITA’ ITALIANE E DI ORIGINE ITALIANA AI VERTICI DELLA SOCIETA’ ARGENTINA

La cerimonia della consegna del Premio L’Italiano ha avuto luogo, con un misto di semplicità e solennità, nello splendido salone Benedetto Croce dell’Istituto Italiano di Cultura e quindi, per le regole dell’extraterritorialità, su suolo italiano nel centro di Buenos Aires.
Il successo di un evento è indiscutibile quando alla sua seconda edizione viene già considerato “un pezzo forte dell’agenda dell’italianità di Buenos Aires”, come ha scritto un grande giornalista e d’altronde i media argentini stanno dando grande risalto alla manifestazione. Ad esempio “Info BAE” ha addirittura un servizio con ben 16 foto.
Chi conosce l’Argentina, ma anche l’Italia, ha sicuramente apprezzato il piccolo miracolo: il salone Benedetto Croce dell’Istituto Italiano di Cultura si è riempito prima dell’orario stabilito e la cerimonia è partita puntualmente alle 18.30.
Personaggi al vertice della società argentina, ministri, l’imprenditore probabilmente più grande del Paese, l’attore premio Oscar, il giornalista televisivo dall’audience altissimo… sono tutti arrivati in anticipo come se non vedessero l’ora di essere “a casa”.
E si sono commossi subito guardando il filmato sull’emigrazione italiana in Argentina che ha dato il via alla serata. In quelle foto immagini hanno riconosciuto i loro genitori o i loro nonni, che poi hanno ricordato con ammirazione, gratitudine ed affetto nei loro discorsi al ritiro del Premio. Ognuno aveva aneddoti da raccontare in relazione alla sua italianità esibita con orgoglio: la cultura del lavoro, i valori, i profumi dalla cucina specie la domenica mattina, i canti.
L’Ambasciatore d’Italia Teresa Castaldo, nel salutare ufficialmente gli illustri ospiti, ci ha tenuto a sottolineare i legami particolari che uniscono l’Italia a l’Argentina, dove vive la comunità italiana più grande del mondo e dove oltre metà della popolazioni ha sangue italiano nelle vene. Quando si è complimentata con gli organizzatori, il fondatore ed editore del giornale Gian Luigi Ferretti, il direttore Tullio Zembo, l’editore editoriale, Marcelo Bomrad-Casanova ed il Presidente del Comitato del Premio Arturo Curatola, li ha definiti “i quattro moschettieri de L’Italiano”. E da quel momento chiunque abbia preso la parola, per complimentarli, per ringraziarli o semplicemente per citarli, li ha chiamati così: “i quattro  moschettieri de L’Italiano”.
Commozione, ricordi, orgoglio dell’italianità hanno coinvolto i premiati ed il pubblico selezionato. Sicuramente alla prossima edizione molti di loro ritorneranno con piacere così come hanno fatto questa volta diversi premiati dello scorso anno.

comments

Conferenza sull’immigrazione a Buenos Aires

Il quotidiano L’Italiano, in collaborazione con l’Escuela de Posgrado dell’Ordine degli Avvocati di Buenos Aires organizza una conferenza internazionale sul tema “Immigrazione italiana in Argentina”, che avrà luogo lunedi 22 giugno alle 18:30 nella sede dell’Escuela (Juncal 931).
Moderano il  Dott. Tullio Zembo ed il Prof. Stefano Pelaggi, rispettivamente direttore e vicedirettore de L’Italiano.
Relatori:
Donatella Strangio, professoressa di Storia Economica di Sapienza Università di Roma ed autrice del libro “Italiani in movimento, ripensare l’emigrazione italiana in Argentina”;
Maria Inés Barbero, professoressa di Stori Economica della Facoltà di Scienze Economice dell’Università di Buenos Aires e direttrice del Centro di Studi Economici su Impresa e Sviluppo di Buenos Aires.
Alicia Bernasconi, professoressa ricercatrice del Centro di Studi Migratori Latinoamericani (CEMLA).
Claudio Zin, Senatore del MAIE eletto in America Latina

comments

Premio L’Italiano, i nominativi

Il comitato selezionatore del Premio L’Italiano ha reso noti i nominativi delle personalità che verranno premiate nel corso della cerimonia nel Salone Benedetto Croce dell’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires martedì 2 settembre.
Grandi imprenditori, due ministri del Governo Nazionale, politici della maggioranza e dell’opposizione, economisti, un attore da Oscar, conduttori televisivi, giornalisti.
Ecco i 12 premiati in ordine alfabetico:
•    Lic. ALEJANDRO GASPAR ARLIA, Ministro delle Infrastrutture della Provincia di Buenos Aires, politico ed economista
•    Dr.  HUMBERTO J. BERTAZZA,  Presidente del Consiglio dei professionisti in Scienze economiche della Città di Buenos Aires
•    Sr.  GUILLERMO FRANCELLA, attore di teatro, cinema e televisione. Protagonista del film argentino “El Secreto de sus ojos” vincitore dell’Oscar nel 2010
•    Ing. ARNALDO GOMETZ, Direttore commerciale della Bodega Catena Zapata
•    Dr.  NESTOR GRINDETTI,  Ministro dell’Economia della Ciudad Autónoma di Buenos Aires
•    Ing. HERNÁN LOMBARDI,  Ministro della Cultura della Ciudad Autónoma di Buenos Aires, imprenditore e politico. Nominato Cavaliere della Legión de Honor nel 2012 e Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana nel 2013.
•    Dra. ALESSANDRA MINNICELLI,  Avvocato – Ex Sindaco aggiunto del Governo Nazionale. Presidentessa di FONRES S.A. e Presidentessa della Fundación Observatorio de la Responsabilidad Social (FORS)
•    Dr.  LUIS NOVARESIO,  Avvocato e giornalista di radio e televisione. Conduce sul canale América 24 "Parte de la razón" y "Desayuno Americano" e "Empezando el dia",su Radio La Red, AM 910
•    Ing. ENRIQUE PESCARMONA,  Presidente e principale Funcionario Ejecutivo dell’holding IMPSA, Presidente della Camera di Commercio Italiana a Mendoza,  importante imprenditore del settore metallurgico con aziende in Argentina ed altri Paesi
•    DR. ALDO PIGNANELLI,   Economista. Ex-Presidente del Banco Central de la Republica Argentina.
•    Dr.  FLORENCIO A. RANDAZZO, Ministro degli Interni e Trasporti del Governo Nazionale
•    Dra MIRTA TUNDIS, Deputata Nazionale, giornalista specializzata in temi di sicurezza
Il “Premio L’Italiano all’Eccellenza dell’Italianità” è alla sua seconda edizione. Lo scorso anno la più illustre delle personalità di origine italiana che ottennero il riconoscimento fu Papa Francesco, che gradì e delegò il Nunzio Apostolico in Argentina al ritiro del Premio.
Il Premio viene assegnato a personalità italiane o di origine italiana ai vertici della società argentina che hanno conservato gelosamente ed orgogliosamente la loro italianità.
Media partner del Premio è BairesUno , la televisione italiana di Buenos Aires, ma sono tanti i canali televisivi e radio nonché i giornali che hanno chiesto l’accredito per quello che in Argentina viene considerato uno dei maggiori eventi.

comments

Terza edizione del PREMIO L'ITALIANO: Completata la lista dei premiati

La Commissione selezionatrice del Premio L’Italiano ha completato la lista dei premiati della III Edizione dell’evento organizzato dal quotidiano italiano di Buenos Aires.
Per la prima volta quest’anno è istituita la sezione del Premio  “al merito delle relazioni Italia – Argentina” assegnato a personalità residenti in Italia.
Anche nella terza edizione sono di primissimo piano i premiati. Dal Rettore dell’Università di Buenos Aires (UBA) ai presidenti delle due squadre calcistiche più seguite, Boca Juniors e River, ad un economista e presidente della Fondazione del Banco Ciudad. Da giornalisti famosi al cuoco e divulgatore televisivo della cucina italiana più noto, ai direttori dei più belli hotel di Buenos Aires, a luminari della medicina.
Ecco la lista dei Premiati:
Premio per l’eccellenza dell’italianità in Argentina:
Daniel Angelici, Presidente del Club Atlético Boca Juniors
Alberto Edgardo Barbieri, Rettore dell'Università di Buenos Aires (UBA) - Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana
Marcelo Alberto Bonelli, Giornalista ed Economista (Radio Mitre, Clarín, Canal 13)
Ricardo Canaletti, Avvocato e giornalista. Opinionista e conduttore nei notiziari del canale TV "Todo Noticias" - Conduce il programma “Cámara del Crimen” - Opinionista di "Telenoche"
Rodolfo Raúl D'Onofrio, Presidente del Club Atlético River Plate
Donato De Santis , Chef, conduttore TV ed scrittore
Adelmo Juan José Gabbi, Presidente della Borsa di Buenos Aires, della Fondazione della B.C.B.A., del Mercado Electrónico de Gas S.A. (MEGSA), Establecimiento MARIPA S.A. e Inmosur S.A.
Facundo Manes, Neurologo, giornalista e scrittore - Creatore dell'Instituto de Neurología Cognitiva (INECO) e dell'Instituto de Neurociencias de la Universidad Favaloro
Mario Morando, Economista - Presidente della Fondazione del Banco Ciudad
Gabriel Oliveri, Direttore del l’Hotel Four Seasons
Cristian Adrián Ritondo, Vicepresidente 1º Legislatura de la Ciudad Autónoma de Buenos Aires - Presidente del Bloque de Legisladores del Pro  - Presidente Comisión Obras y Servicios Públicos - Presidente de Comisión Mixta de Seguimiento de Obras y Licitaciones de Subterráneos
Juan Boris Aldo Scalesciani, Proprietario dell'Hotel Palacio Duhau, Monumento Storico Sede di una Collezione d'arte Contemporanea
Claudio Zin, Medico ed opinionista radio televisivo - Già Ministro della Salute della Provincia di Buenos Aires - Senatore della Repubblica italiana eletto in Sud America - Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana.
Premio al merito delle relazioni Italia – Argentina:       
Vanna    Fadini , Presidente dell'Università Link Campus University (Roma)
Donatella Strangio,  Professoressa dell' Università La Sapienza (Roma) ed Scrittrice, Esperta di Emigrazione Italiana in Argentina.
La cerimonia di premiazione avrà luogo il 23 Giugno nel Salone Benedetto Croce dell’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires, come tradizione.

comments

La seconda edizione del Premio L’Italiano

Sono in corso i preparativi per la cerimonia della seconda edizione del Premio L’Italiano, che avrà luogo il 2 settembre nel salone Benedetto Croce dell’Istituto di Cultura di Buenos Aires.
Fra qualche giorno la commissione renderà noti i nomi dei premiati per “l’eccellenza dell’italianità”, tutte personalità argentine di origine italiana. Lo scorso anno, fra i premiati della prima edizione, c’era Papa Francesco, che inviò il Nunzio Apostolico in Argentina a ritirare il premio.

comments

Video del PREMIO L'ITALIANO

BairesUNO, la televisione italiana di Buenos Aires, ha messo in rete il filmato della cerimonia della seconda edizione del PREMIO L'ITALIANO all'eccellenza dell'italianità in Argentina.
Si può vedere QUI

comments

Per una settimana Buenos Aires sarà la capitale della cucina italiana

Tutto pronto per la seconda edizione della Settimana della Cucina Italiana
A Buenos Aires si potranno degustare i piatti delle diverse regioni d'Italia nei 52 migliori ristoranti italiani dal 30 maggio al 5 giugno nell'ambito della Settimana della Cucina Italiana. Anche questa seconda edizione è organizzata dal quotidiano L'Italiano e dal famoso enogastronomo Pietro Sorba in collaborazione col Ministero della Cultura del Governo della Città di Buenos Aires e con il patrocinio dell'Ambasciata e del Consolato Generale d'Italia in Argentina.
L'edizine 2013 ha riscosso tanto successo che quest'anno ai 30 ristoranti dello scorso se ne sono aggiunti ben 22.
La Settimana della Cucina Italiana si sviluppa con varie attività. "Mangia che ti fa bene": 45 ristoranti selezionati da Pietro Sorba offrono menu promozionali basati sui segreti dell'autentica cucina italiana.
"Sogni italiani dei grandi chef argentini": i migliori cuochi di Buenos Aires (Dante Liporace, Germán Martitegui, Martín Molteni, Patricio Negro, Sebastián Raggiante, Fernando Rivarola, Guido Tassi e Fernando Trocca) presentanu menu d'autore ispirati a ingredienti e ricette classiche italiane.
C'è poi una dimostrazione di cucina regionale italiana aperto al pubblico, che avrà luogo nella Glorieta di Belgrano nel quartiere omonimo di Buenos Aires. Cinque cuochi ed un barman esperto prepareranno ricette delle loro regioni. sarà un'opportunità unica per conoscere ricette tipiche finora conservate gelosamente dagli chef.
"Aperi..Giro" presentatomdal Gancia Tour d'Italia: Il famoso bar tender Carlo Contini organizzerà un tour nei migiori bar di Buenos Aires  per conoscere le loro bevande.
Il programma completo si può consultare QUI

comments

Sottocategorie