Gio04262018

Last updateLun, 02 Apr 2018 11pm

Messaggio dell'Ambasciatore per il Premio L'Italiano

L'Ambasciatore italiano a Buenos Aires, Teresa Castaldo, impossibilitata a partecipare alla cerimonia di consegna del PREMIO L'ITALIANO perché impegnata a Roma per la Conferenza degli Ambasciatori, ha inviato il seguente messaggio a L'ITALIANO:
Essendo impegnata in questi giorni a Roma per la X Conferenza degli Ambasciatori e non potendo pertanto partecipare in persona alla cerimonia di consegna del Premio all’eccellenza dell’italianità in Argentina sono lieta di poter inviare un saluto a tutti i partecipanti all’evento attraverso le pagine de "L’Italiano" promotore di questa lodevole iniziativa.
Si tratta di un’iniziativa che ha il pregio di cogliere due aspetti centrali dell’eccellenza italiana in Argentina: la diversità e l’integrazione. La diversità intesa come pluralità di settori in cui gli italiani in Argentina sono riusciti ad eccellere: nel mondo dell’informazione e in quello dell’imprenditoria, nella Pubblica Amministrazione, nella medicina e nelle professioni legali. Questa molteplicità di ambiti in cui gli italiani in Argentina sono riusciti a distinguersi è frutto della capacità della collettività italiana di integrarsi nella società argentina e di cogliere appieno le opportunità offerte da questo straordinario Paese.
L’emigrazione italiana in Argentina affonda le proprie radici nel XIX secolo e nel corso del tempo, con le successive ondate migratorie, è cresciuta fino a diventare la più grande collettività italiana fuori dai confini italiani trasformandosi progressivamente e diventando una realtà unica al mondo. La dimensione del fenomeno migratorio dall’Italia verso l’Argentina e la sua durata nel tempo oltre alla capacità, al coraggio e alla laboriosità dimostrati dagli immigrati italiani hanno contribuito in maniera determinante allo sviluppo di questo Paese e alla formazione della sua identità.
Il Premio eccellenza dell’italianità ha il grande pregio di riconoscere e esaltare queste qualità e – attraverso una “sana competizione” – stimolare nuovi contributi, nuove idee e nuove professionalità.
Trovare forme originali di aggregazione e integrazione all’interno della vasta collettività italiana, in questo momento in cui lo stesso concetto di immigrazione cambia e si evolve non è facile. Il Premio Eccellenze riesce proprio a cogliere questo importante obiettivo.
I premiati di questa edizione del Premio all’eccellenza dell’italianità in Argentina rappresentano in maniera esemplare il contributo fornito dagli italiani allo sviluppo di questo Paese nei settori più diversi e costituiscono un motivo di orgoglio sia per l’Italia che per l’Argentina.  L’eccellenza dell’italianità in Argentina nasce, infatti, dalla capacità di coniugare l’eredità della tradizione italiana con le esperienze di vita in una terra dalle potenzialità immense.
Essi simboleggiano il forte radicamento degli italiani di Argentina alla terra che li ha accolti e al tempo stesso il legame che continuano a mantenere con l’Italia. Ci forniscono inoltre una fotografia aggiornata della collettività italiana in Argentina che costituisce un fattore fondamentale per il rilancio delle relazioni tra i due Paesi. Cogliere le opportunità offerte da questo patrimonio comune per rafforzare la collaborazione tra i nostri due Paesi in campo economico, scientifico e culturale, rafforzare le occasioni di scambio in particolare tra i giovani rappresentano aspetti qualificanti dell’azione dell’Ambasciata.
Solo poche parole per ricordare il più illustre dei premiati di questa prima edizione del Premio: Papa Francesco.
Ho avuto modo di omaggiare Papa Bergoglio solo pochi giorni fa assieme alla numerosa comunità italiana di Buenos Aires riunita per il consueto concerto di Natale nel Teatro Coliseo.
Credo che nessuno più di lui rappresenti oggi la grandezza di questo patrimonio di culture – l’italiana e l’argentina – capaci di alimentarsi a vicenda. D’altra parte, tutti i premiati questa sera, ognuno con il proprio contributo di creatività, cultura, impegno e lavoro quotidiano, contribuiscono a cementare lo speciale vincolo esistente tra i nostri due Paesi.
Desidero infine rivolgere ai Premiati le mie più vive congratulazioni per questo importante riconoscimento e per il contributo che hanno dato - direttamente o indirettamente - al rafforzamento dei rapporti tra Italia e Argentina nonché agli organizzatori i miei sentiti ringraziamenti per un’iniziativa che premia e dà visibilità all’eccellenza italiana in questo Paese.

comments