Dom08202017

Last updateMer, 09 Ago 2017 10am

Clamoroso successo della Semana de la Cocina Italiana

Ristoranti pieni e oltre 10.000 visitatori hanno preso d’assalto l’Usina del Arte
Gli organizzatori, il noto enogastronomo Pietro Sorba ed il direttore de L’ITALIANO Tullio Zembo, possono ben essere orgogliosi della quarta edizione della Semana de la Cocina Italiana.
I ristoratori che hanno partecipato con menu promozionali da 195 e/o 350 pesos rapportano
locali pieni, code, prenotazioni purtroppo rifiutate.
L’apoteosi è stato il finale sabato 3 in un’Usina del Arte presa d’assedio da oltre 10.000 persone.
I pizzaioli dell’APPYCE (Asociación de proprietaries de pizzerias y casas de empanadas) hanno sfornato in continuazione migliaia di pizze che hanno offerto gratuitamente, CINZANO ha offerto migliaia di aperitivi elaborati con Aperol, Cynar, Campari e Cinzano, COLAVITA ha fatto degustare  le sue paste secche italiane, il sio aceto balsamico ad il suo autentico olio extra vergine di oliva, MOZZARELLA MOZZARÍ ha elaborato vista l’autentica mozzarella fiordilatte italiana, PANADERÍA LA POMPEYA presenta a prezzi promozionali le specialità di questa antica panetteria della città: friselle, taralli ed altre specialità del Sud Italia, PUNTOCUC PRODUCTOS GOURMET ITALIANOS , la prestigiosa ditta specializzata in alimenti gourmety, ha presentato la sua linea di prodotti tipici italiani e ispirati alla gastronomia italiana, STREET FOOD ITALIANO con Carlo Contini che ha presentato le sue specialità italiane di strada, fra le quali la porchetta. E poi c’erano altri stand fra i quali quello dell’ACCADEMIA DEL PEPERONCINO e dei libri di cucina di Pietro Sorba.
Un pubblico molto numeroso ha assistito alle proiezione dei documentario QUANDO L’ITALIA MANGIAV IN BIANCO E NERO di Andrea Gropplero di Troppenburg e del film LA CENA di Ettore Scola.
Sale piene per i concerti dal vivo di Paola Frondizi e  Brian Chambouleyron.

comments