Dom08202017

Last updateMer, 09 Ago 2017 10am

Tullio Zembo: Siamo al punto cruciale e con l´appoggio della nostra Comunità possiamo vincere la causa per il pagamento in Euro delle pensioni italiane

José Mantovano - La Class Action che ha nel direttore de L´ITALIANO il primus motor, approda all´ultima istanza della Giustizia argentina

L´azione giudiziaria
Molto si é parlato dell´Amparo  a proposito sia della statua di Colombo come delle pensioni in Euro. Molti hanno  presentato Amparo. Colombo oggi non si tocca perché un giudice ha concesso un Amparo (in italiano "protezione") mentre poi si discuterá la questione di fondo. Cosi é stato anche per le pensioni, qualche avvocato ha presentato un amparo per un pensionato chiedendo al Giudice, che in attesa di un pronunciamento definitivo sulla questione di fondo, si consentisse a quel pensionato e a lui solo (l´amparo si occupa di diritti individuali ) di continuare a percepire la pensione in euro.
Con un " amparo" dunque non si risolve la questione nè di fondo nè di tutti i pensionati, ma si procrastina per un tempo limitato la situazione di una singola persona.
Immaginare poi che ogni singolo pensionato debba "scendere in  campo"  per difendere il proprio diritto a percepire la sua pensione in Eurto é impensabile. Primo per il costo/beneficio, secondo per la uniformitá di infinite richieste (demandas), terzo per eventuali contraddizioni che potrebbero sorgere da giudice a giudice in risposta a processi impostati da centinaia di avvocati diversi.
Restava dunque un altra sola via che è la via della Class Action. La class aciton adesso anche nel nostro ordinamento giuridico permette, per questioni che concernono grande quantitá di interessati / danneggiati  e per "piccole" somme, di iniziare una sola  azione,
solo attraverso organizzazioni di difesa dei consumatori, con un caso esemplare in modo che le decisioni del giudice possano  poi essere immediatamente esecutive nei confronti di tutti coloro che si trovino nelle stesse condizioni giuridiche.
Dunque una " Class Action", se positiva, ha effetto erga omnes, cioé per tutti i pensionati Inps e senza costi alcuni.
Nella malaugurata eventualità che l´esito fosse negativo, la sentenza non avrebbe comunque alcun effetto patrimoniale per nessuno dei pensionati, cioé nessun costo.
 Questa via,  della azione di classe  è quella intrapresa, con serietà e senza sbandieranti, da Tullio Zembo che, oltre ad essere direttore de L´ITALIANO, è rappresentante dell´associazione di consumatori ADUSBEF in Argentina.
Da anni Zembo, assieme all´Avv. Matias Luchisky, esperto in diritto dei consumatori, ha  iniziato azioni legali contro la insopportabile decisione di liquidare le pensioni Inps obbligatoriamente in Pesos con relativa drastica decurtazione del potere d´acquisto.
E´ una lotta improba quella nei tribunali contro le grandi banche ed è lunga, estenuante. E poco gratificante.
Dopo due sentenze, si è arrivati ora all´ultimo grado di giudizio, quello del Ricorso Straordinario. Qui si gioca il tutto per tutto ed è l´ultima occasione perché venga riconosciuto il diritto violato dei pensionati.
 
La situazione attuale
L´Inps versa milioni di euro alle banche. Banche al plurale perché, ignorando bellamente il divieto di subappalto, la banca vincitrice dell´appalto fa accordi con altre banche, così che si struttura una filiera di intermediari fra l´Inps ed il pensionato.
Le banche, dicevamo, ricevono milioni di Euro (moneta forte), li mettono in cassaforte e poi pagano in Pesos (moneta tutt´altro che forte).
In questo modo le banche si arricchiscono ed i pensionati si impoveriscono.
"Ci obbliga il Governo argentino  a tenerci gli Euro ed a pagare in Pesos" dicono le banche.
Intanto, ammesso e non concesso che  che sia giustificato  "ritenere"  gli euro sacrosanti dei nostri pensionati, almeno si dovrebbero limitare i danni obbligando la banca pagatrice ad attuare nei loro confronti il cambio d´acquisto, ben più favorevole di quello di vendita.
Ma la Class Action di Zembo & C. mira al pagamento delle pensioni in bigliettino Euro. Si ritiene infatti che un decreto governativo (quello della "pesificazione" non possa andare contro l´accordo bilaterale italo-argentino. E´ una questione di gerarchia sul piano costituzionale.
Se la causa sarà vinta, verrebbero restituite a ciascun pensionato tutte le somme a loro praticamente sottratte nel corso di anni di cambio valutario forzato ed ingiustificato e si pagherebbe loro le pensioni in Euro senza costi alcuni nè parcelle professionali da pagare.
 
Il supporto della Comunità italiana
Questa battaglia, questa vera e propria guerra, è stata finora condotta in silenzio, senza proclami pubblicitari, mirando esclusivamente a raggiungere l´obiettivo.
"Ora però siamo arrivati alla fase cruciale, nella quale c´è bisogno del massimo sostegno da parte di tutta la comunità italiana"- dice Tullio Zembo - "E´ ora che federazioni, associazioni, enti e patronati ci diano una mano presentandosi alla Corte come "Amicus Curiae" per affermare che i nostri pensionati hanno ragione".
Ritorneremo sull´argomento e daremo indicazioni su come procedere in questo senso legalmente e correttamente.

comments